ATP METZ: PAIRE VINCE LA MARATONA CON GOFFIN, DERBY TEDESCO ZVEREV-GOJOWCZYK

Il francese annulla un match point a Goffin e approda in semifinale per la gioia del pubblico di casa. Derby tutto tedesco nella parte alta del tabellone
venerdì, 22 Settembre 2017

Tennis. Grandi emozioni ha regalato la giornata odierna dell’ATP di Metz, caratterizzato da numerose sorprese durante tutta la settimana senza che tuttavia i portacolori azzurri abbiano saputo approfittare dei buchi in tabellone causati dalle eliminazioni premature delle principali teste di serie. Davvero un peccato se si considera il prestigio che accompagna questo appuntamento, pur sottolineando che tale superficie particolarmente rapida non rappresenta di certo la migliore per esprime le caratteristiche dei portacolori nostrani. Basti pensare che nessun italiano è stato in grado di centrare gli ottavi di finale, con qualche rammarico riferito soltanto a Simone Bolelli piegato al tiebreak decisivo da Granollers a differenza dei connazionali Giannessi e Seppi vittime di autentiche batoste.

Ha sicuramente approfittato in maniera perfetta della situazione venutasi a creare il veterano tedesco Mischa Zverev, alla ricerca della prima finale in carriera a livello ATP, che si è sbarazzato nei quarti del gigante francese De Schepper grazie allo score conclusivo di 7-5 7-6(4) in un’ora e mezza esatta di partita. La frazione inaugurale è stata decisa da un unico break piazzato dal nativo di Dachau nel corso dell’undicesimo game, unito ad un rendimento quasi impeccabile al servizio come testimonia l’81% di punti vinti sulla prima palla. Decisamente più movimentata la trama della seconda frazione anche a causa di uno Zverev non proprio cinico, tanto da non sfruttare per ben due volte un break di vantaggio dovendo così ricorrere al tiebreak per sbrigare una pratica divenuta improvvisamente pericolosa.

A separarlo dall’ultimo atto ci sarà il connazionale Peter Gojowczyk apparso in grande spolvero negli ultimi giorni, una sensazione confermata anche oggi al cospetto del rumeno Copil battuto nettamente con il punteggio di 6-2 6-4 in meno di un’ora di assolo. Impressionante la continuità al servizio dimostrata dal giocatore teutonico che ha smarrito la battuta soltanto una volta quando conduceva peraltro 6-2 5-1, quindi il 28enne di Monaco di Baviera si presenterà domani conscio di poter dire la sua nella corsa all’obiettivo tanto agognato. Attenzione dunque a sottovalutare le ambizioni dell’attuale numero 95 delle classifiche, avvantaggiato anche dal fatto di avere ben poco da perdere visto che non era certamente compreso tra i favoriti della vigilia.

Nel match di cartello in programma nella sessione serale finalmente risplende Benoit Paire tra gli applausi del pubblico di casa, estasiati dalla performance del proprio beniamino che ha estromesso il secondo favorito del seeding David Goffin al termine di una battaglia durissima conclusasi 7-6(3) 5-7 7-6(7) dopo due ore e mezza di spettacolo emozionante. L’estroso transalpino ha resistito con enorme forza mentale al tentativo di rimonta abbozzato dal belga ferito in seguito alla beffa subita nella frazione inaugurale, dove il numero 12 del mondo ha sprecato malamente un break di vantaggio prima di arrendersi al jeu decisif.

Canovaccio simile anche nel terzo set contrassegnato dal break acquisito da David sul 2-2, preludio all’ennesima reazione da parte della settima testa di serie capace di rimandare i destini della sfida al tiebreak. Quando il 27enne di Liegi si è conquistato un match point sul 6-5 tutti pensavano ad un epilogo annunciato, ma non avevano fatto i conti con l’ennesimo colpo di scena di una serata particolare nella quale gli astri avevano preventivamente designato il nome vincente di Paire.

 


Nessun Commento per “ATP METZ: PAIRE VINCE LA MARATONA CON GOFFIN, DERBY TEDESCO ZVEREV-GOJOWCZYK”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.