ATP SAN PIETROBURGO: DISASTRO GULBIS, YOUZHNY SULLA STRADA DI FOGNINI

Il lettone rimedia l'ennesima figuraccia vincendo appena tre games contro Broady, mentre il veterano russo sarà il primo ostacolo per Fognini
martedì, 19 Settembre 2017

Tennis. Soltanto quattro incontri nella giornata odierna del prestigioso ATP di San Pietroburgo, in attesa che il torneo entri finalmente nel vivo a partire da domani quando scenderà in campo il nostro Thomas Fabbiano impegnato contro il temibile russo Daniil Medvedev, oltre al francese Adrian Mannarino accreditato della quarta e testa di serie e programmato come ultimo match sul Campo Centrale. Da non perdere nemmeno le sfide di Marcos Baghdatis e Borna Coric, opposti rispettivamente al bosniaco Dzumhur (giustiziere dell’azzurro Lorenzi) e al gigante tedesco Struff durante le prime ore del pomeriggio. Completa lo schedule il confronto suggestivo tra la wild card di casa Donskoy e il portoghese Joao Sousa, che non scenderanno sul terreno di gioco prima delle 18,30 locali.

Venendo invece ai risultati di oggi, da segnalare l’ennesima delusione proveniente da Ernests Gulbis autore di una prestazione a dir poco raccapricciante, tanto da rimediare un pesantissimo 6-3 6-0 per mano del non irresistibile britannico Liam Broady attualmente situato al numero 242 delle classifiche mondiali. Ormai non fa nemmeno più notizia il disastro dell’ex stella del movimento lettone, capace di issarsi fino al numero 10 del ranking prima di un crollo repentino dettato anche da uno stile di vita non proprio conforme ad una carriera professionistica. Il 29enne di Riga ha smarrito la battuta per ben tre volte nell’arco dell’intera sfida, a cui si aggiunge l’ulteriore onta di non essersi riuscito a procurare nemmeno una singola palla break nonostante un avversario non certo stratosferico al servizio. Sarà dunque il coraggioso inglese a vedersele meritatamente domani al cospetto dell’esperto cipriota Baghdatis per un posto ai quarti di finale.

Supera il turno senza troppi problemi il beniamino del pubblico Mikhail Youzhny, reduce poche settimane fa dall’impresa sfiorata contro Roger Federer agli US Open salvo poi incassare l’ennesima disfatta ad opera del fuoriclasse elvetico. Il veterano di Mosca si è infatti sbarazzato del qualificato australiano John Patrick Smith grazie allo score conclusivo di 7-6(6) 6-4 in un’ora e mezza esatta di partita, contrassegnata da un sostanziale equilibrio soltanto nella frazione inaugurale a causa della notevole incisività alla battuta da parte di entrambi i contendenti. Il risultato odierno interessa da vicino i colori azzurri, dal momento che lo stesso Youzhny sarà il prossimo avversario di Fabio Fognini beneficiario di un bye al primo turno (il ligure conduce 2-1 negli scontri diretti).

Approdano infine agli ottavi anche Viktor Troicki e Ricardas Berankis, bravi a far valere la propria maggiore esperienza su questi palcoscenici per ottenere due affermazioni tanto preziose quanto meritate. Il portacolori lituano ha piegato in rimonta il tedesco Masur con il punteggio di 3-6 6-3 6-2, mentre il talentuoso serbo ha avuto bisogno di due tiebreak per abbattere la resistenza della giovane promessa russa Kuznetsov.

Risultati:

M.Youzhny b. [Q] J.Smith 7-6(6) 6-4
R.Berankis b. [Q] D.Masur 3-6 6-3 6-2
[Q] L.Broady b. [Q] E.Gulbis 6-3 6-0
[7] V.Troicki b. An.Kuznetsov 7-6(6) 7-6(2)

 


Nessun Commento per “ATP SAN PIETROBURGO: DISASTRO GULBIS, YOUZHNY SULLA STRADA DI FOGNINI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.