ATP STOCCARDA & BASTAD: TRIONFANO BAUTISTA E CUEVAS

Tempo di finali negli Atp 250 di Stoccarda e Bastad, nel primo torneo impegnati Bautista e Rosol, in Svezia Sousa affronta Cuevas.
domenica, 13 Luglio 2014

FINALE ATP STOCCARDA: BAUTISTA – ROSOL 2-1 (6-3 4-6 6-2)

Partita  inedita quella fra Lukas Rosol e Roberto Bautista Agut, arrivati in finale dopo aver superato rispettivamente Youzhny e Fognini per 2 set a 0.

Inizia il primo set, i valori in campo pendono dalla parte dello spagnolo che è dato favorito per la sua tecnica e l’ottima adattabilità sulla terra rossa, Rosol ha nel servizio un’arma micidiale ma la superficie non agevola il gigante ceco che perde il servizio nel primo turno di battuta andando sotto 2-0. Bautista è impeccabile, forte del vantaggio conquistato gestisce al meglio il suo match arrivando sul 5-3 e avendo 2 opportunità del doppio break ma Rosol respinge l’assalto dell’iberico con la prima di servizio. Il tabellone alla fine del primo parziale recita 6-3 per Bautista il quale approccia bene anche nella seconda frazione di gara andando avanti per 30-0 nel primo e terzo game con Rosol al servizio, il ceco ancora una volta riesce ad uscire da una situazione di punteggio estremamente complicata con l’aiuto della prima di servizio e a furia di aces (saranno 13 a fine match). Sul 4-5 Bautista serve per restare nel set ma qualche errore di troppo unito alla solidità di Rosol chirurgico nei colpi, condannano lo spagnolo al terzo set donando nuova speranza al numero 48 del mondo. La felicità per Rosol dura poco, dopo la pausa e il conseguente cambio campo è ancora Bautista a farsi avanti nel punteggio inanellando un parziale devastante di 4 giochi a zero che lascia impietrito Rosol spezzando il match in maniera netta. Il ceco tenta di rientrare in partita conquistando 3 palle break ma il numero 28 del ranking non ne vuole sapere di cedere il servizio e porta a casa un game cruciale. Ancora spazio per il tentativo di rimonta di Rosol che conquista un’altra chance per il break sul 5-2 e servizio per l’iberico, ma il match si chiude sul 6-2 consegnando il secondo titolo Atp della stagione a Bautista.

 

 

FINALE ATP BASTAD: SOUSA – CUEVAS 0-2 (2-6 1-6)

Secondo incontro fra Joao Sousa e Pablo Cuevas, nell’unico precedente in scena a Kuala Lumpur, l’uruguayano si è imposto in rimonta in tre set.

Inizia il match e subito spicca il divario tecnico fra i 2 giocatori evidenziato anche dal break sul 2-0 per Cuevas, Sousa non si scoraggia, nonostante sia relegato parecchio fuori il campo negli scambi da fondo, riesce a sfruttare un momento propizio per controbrekkare immediatamente. Il problema del portoghese, però, è tenere il servizio: altro break subito sull’1-3 al quale si aggiunge anche il doppio break sul 6-2 che permette a Sousa di portarsi avanti per 1-0 dopo soli 30 minuti.

Nel secondo set la storia non cambia, Cuevas è quasi ingiocabile nei propri turni di servizio mentre Sousa concede il doppio break sullo 0-2 e sul 0-4 conquistando solo 2 punti in 4 games. L’uruguayano prova a scuotersi cercando la rimonta dallo 0-40 ma i suoi tentativi sono vani dopo l’ultimo dritto finito fuori a pochi cm dalla riga. Non si gioca nei turni di battuta di Cuevas, mentre Sousa davvero non riesce a tenere lo scambio da fondo, sulle diagonali di rovescio l’uruguayano domina incontrastato e grazie ad un bel rovescio lungolinea il punteggio va suò 4-0. Il parziale è di 12 punti a 1 per Cuevas che conquista senza troppe difficoltà alla battuta il suo primo titolo Atp avanzando alla 60esima posizione nel ranking Atp. Sousa conquista il suo best ranking con questo piazzamento arrivando alla posizione numero 35 nel circuito.


Nessun Commento per “ATP STOCCARDA & BASTAD: TRIONFANO BAUTISTA E CUEVAS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.