ATP UMAG, PARTE BENE FOGNINI

TENNIS - Fabio Fognini, all'esordio nel torneo croato, piega in due set Thiemo de Bakker col punteggio di 7-5, 6-3; nel prossimo turno affronterà Martin Klizan. Subito fuori Gasquet. A Gstaad avanzano le teste di serie. Ad Atlanta si ritira Ivo Karlovic
mercoledì, 24 Luglio 2013

Tennis. Giungono altri segnali positivi da Umag, dove è in corso di svolgimento il Vegeta Croatia Open (terra, €410,200). E riguardano, ovviamente, il tennista italiano del momento, Fabio Fognini. Dopo la doppietta ottenuta in terra tedesca, dove ha conquistato uno dietro l’altro i tornei di Stoccarda e Amburgo, il ligure ha iniziato col piglio giusto anche il torneo croato, battendo in due set l’olandese Thiemo de Bakker, reduce dalla semifinale di Bastad. Una partita dall’andamento altalenante, che il numero 19 del mondo comincia nel peggiore dei modi. Il servizio (a dir poco) ballerino e una certa lentezza negli spostamenti caratterizzano infatti i primi game di Fabio che però è bravo a salire di livello in modo esponenziale con il passare dei minuti, palesando una volta di più i progressi – soprattutto a livello mentale – degli ultimi mesi.

L’inizio del match è, come detto, da incubo. Nel game d’apertura l’azzurro salva una prima palla break ma poi, dopo due errori consecutivi – un rovescio in rete e una stecca di diritto -, cede la battuta all’olandese, che conferma il break nel gioco successivo. Fognini è lento e subisce l’aggressività in risposta di de Bakker, che ne approfitta strappando il doppio break. Sul 3-0 il tennista ‘orange’ rende il favore, rimettendo in partita Fabio. L’azzurro però continua a soffrire in battuta. Sul 40 pari un errore di rovescio e un diritto lungo di metri determinano un nuovo break in favore di de Bakker, che nel game successivo si salva e fa 5-1. Fabio va a servire per restare nel set, e qui comincia un’altra partita. Il ligure va sul 2-5, poi breakka de Bakker e nel gioco successivo tiene il servizio a 0, portandosi sul 4-5. L’olandese va a servire una seconda volta per il set ma crolla di nuovo, subendo l’aggancio di Fognini. Nell’undicesimo gioco il sanremese, in vantaggio 40-0, si complica la vita con due doppi falli ma alla fine è bravo a uscire dalla buca salvando una palla break. de Bakker invece, completamente in confusione e in balia del suo avversario, perde ancora il servizio e consegna il primo set a Fognini, che ringrazia.

Nel secondo parziale Fabio mette definitivamente all’angolo il suo avversario; tiene il servizio a 15, si prende il break e lo conferma nel gioco successivo, volando sul 3-0. Nel quarto gioco de Bakker riesce a interrompere l’avvilente striscia di 9 giochi consecutivi persi – salvando un’altra palla break – , ma non a tornare in partita. Sul 4-1 Fabio, evidentemente infastidito dalle continue smorzate del gigante olandese, si lascia sfuggire un “la prossima gliela faccio mangiare”. Fortunatamente non occorrerà arrivare a tanto; il punteggio segue infatti l’andamento dei servizi fino al 6-3 finale. Undicesima vittoria consecutiva per Fognini, che ora affronterà Martin Klizan, impostosi oggi  su Leonardo Mayer col punteggio di 3-6, 6-1, 7-6(3).

Esce subito di scena Richard Gasquet, testa di serie numero 1. Il francese ha ceduto il passo ad Albert Montanes, che ha giocato una partita molto solida meritando la vittoria. Nei quarti l’iberico se la vedrà con Gael Monfils, il quale ha superato senza problemi il numero 127 del mondo, Blaz Kavcic, col punteggio di 6-3, 6-1.

A Gstaad (Crédit Agricole Suisse Open Gstaad – terra, €410,200) inizia bene l’avventura di uno degli idoli di casa – l’altro, Roger Federer, scenderà in campo domani -, Stanislas Wawrinka. Il numero 2 del seeding ha comunque faticato più del previsto per avere la meglio su Daniel Gimeno-Traver, numero 62 del mondo. Dopo aver incamerato il primo parziale per 7-5, il 28enne di Losanna si è fatto recuperare due break di vantaggio nel secondo set fallendo anche un match point nel 12esimo gioco. Nel tie-break Gimeno-Traver ha salvato il secondo match point con un ace ma poi ha capitolato. Wawrinka, finalista a Gstaad nel 2005, si è detto “molto felice” a fine partita. “Non è stato un match facile, oggi c’era anche vento. Sono contento di essere passato”. Nel prossimo turno sfiderà Feliciano Lopez. Il mancino spagnolo ha sconfitto per 6-4, 6-3 il russo Andrey Kuznetsov.

Nessun problema per Juan Monaco, testa di serie numero 4. L’argentino ha disposto agevolmente di Guillermo Garcia-Lopez, al quale ha lasciato solo 3 game. Nei quarti di finale incrocerà Mikhail Youzhny, vincente in tre set su Pablo Andujar.

Nel torneo statunitense di Atlanta i match disputati stanotte hanno segnalato l’uscita del fresco vincitore di Bogotà, il croato Ivo Karlovic, ritiratosi all’inizio del secondo set per problemi fisici dopo aver perso il primo 6-2 per mano del sudafricano Matthew Ebden. L’aussie Lleyton Hewitt continua la sua strada alle spese del tennista di casa Rhyne Williams, mentre la giovane wild card Christian Harrison batte a sorpresa il ventinovenne colombiano Alejandro Falla. Le partite più lottate sono state sicuramente quelle che hanno visto trionfatori James Blake contro Tim Smyczek (match finito al terzo dopo due tie-break) e il croato Ivan Dodig, che ha estromesso dopo una lunghissima lotta il talentuoso ventitreenne lituano Ricardas Berankis.

Vegeta Croatia Open Umag

A Montanes d. [1] R Gasquet 6-4, 6-4

[3] F Fognini d. T de Bakker 7-5, 6-3

G Monfils d. B Kavcic 6-3, 6-1

[6] M Klizan d. L Mayer 3-6, 6-1, 7-6(3)

 

Crédit Agricole Suisse Open Gstaad

[5] F Lopez d. A Kuznetsov 6-4, 6-3

[4] J Monaco d. G Garcia-Lopez 6-1, 6-2

[2] S Wawrinka d. D Gimeno-Traver 7-5, 7-6(4)

[6] M Youzhny d. P Andujar 6-4, 4-6, 6-3

 

 

 


Nessun Commento per “ATP UMAG, PARTE BENE FOGNINI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.