ATP UMAGO: FUORI LORENZI, BENE MONFILS E ROBREDO

TENNIS – Il senese, mai in partita, ha ceduto in due set a Martin Klizan. A Gstaad continua il momento d’oro di Federico Delbonis.
martedì, 23 Luglio 2013

Tennis. ATP 250 di Umago (467.800 euro, terra). Il torneo croato quest’anno parla italiano visto che la seconda e la terza testa di serie hanno i colori azzurri: si tratta rispettivamente di Andreas Seppi e Fabio Fognini mentre il primo favorito del seeding è Richard Gasquet. In attesa dell’entrata in campo dei favoriti (i primi quattro sono esentati dal primo turno), nella giornata di oggi il tabellone si è allineato agli ottavi di finale. Nessun problema per Gael Monfils e Tommy Robredo: il transalpino si è sbarazzato in due set della wild card locale Mate Pavic (7-5 6-2 il punteggio) mentre l’iberico ha steso il ceco Jan Hajek con un rapido 6-3 6-2. Cattive notizie per i nostri colori: Paolo Lorenzi è inciampato al primo ostacolo. Il senese si è arreso in due set allo slovacco Martin Klizan, giocatore di talento che ancora non ha portato a maturazione e compimento il suo potenziale. In entrambi i parziali Klizan si è portato in vantaggio, controllando il ritmo di gioco. Nel secondo set Lorenzi è crollato, lasciando rapidamente strada al più ispirato avversario che nello spazio di pochi minuti è volato sul 5-0 prima del 6-2 6-1 finale maturato in appena 54 minuti di gioco.

Tutti i risultati di Umago:

Albert Montanes b. Dusan Lajovic 7-6(3) 6-1
Blaz Kavcic b. Florian Mayer (7) (5)6-7 6-0 7-5
Tommy Robredo (5) b. Jan Hajek 6-3 6-2
Aljaz Bedene b. Boy Westerhof 6-2 6-2
Horacio Zeballos b. Borna Coric (5)6-7 6-4 6-0
Gael Monfils b. Mate Pavic 7-5 6-2
Martin Klizan (6) b. Paolo Lorenzi 6-2 6-1
Viktor Troicki b. Antonio Veic 7-6(6) 6-1
Carlos Berlocq (8) b. JoskoTopic 6-0 6-1
Andreas Haider-Maurer b. Jiri Vesely 6-4 6-4

ATP 250 di Gstaad (467.800 euro, terra). Quest’anno il piccolo torneo svizzero può vantare la presenza di Sua Maestà Roger Federer. Certo Roger sta vivendo il suo anno peggiore da quando è protagonista sul circuito. La nuova racchetta da 98 pollici non sembra aver giovato al suo gioco, le gambe non vanno più come prima e soprattutto la schiena non gli dà tregua. Ma il vecchio leone non è ancora domo e ha deciso di ripartire dal torneo di casa. A contendergli il titolo ci sono Stanislas Wawrinka, Janko Tipsarevic, Juan Monaco, Feliciano Lopez e Mikhail Youzhny. Anche in questo caso bisogna aspettare prima di vedere in campo i migliori. Nell’attesa, la notizia del giorno è la vittoria di Federicio Delbonis. Il giovane argentino, finalista ad Amburgo, ha dovuto dare fondo a tutte le sue energie per avere ragione del brasiliano Thomaz Bellucci, battuto 7-5 7-6. Niente da fare per il naif Dustin Brown. Il giamaicano di Germania, che ha dato spettacolo a Wimbledon, sulla terra non sa come muoversi. Ad approfittarne è stato il veterano rumeno Victor Hanescu, vittorioso in due set.

Tutti i risultati di Gstaad:

Daniel Brands b. Marco Chiudinelli 6-3 3-6 6-2
Roberto Bautista Agut (8) b. Henri Laaksonen 6-2 6-3
Pablo Andujar b. Victor Crivoi 6-1 6-2
Robin Haase b. Joao Souza 6-4 7-6(7)
Victor Hanescu b. Dustin Brown 7-6(6) 6-2
Guillermo Garcia-Lopez b. Adrian Ungur 6-4 (2)6-7 6-1
Federico Delbonis b. Thomaz Bellucci 7-5 7-6(2)
Daniel Gimeno-Traver b. Kenny De Schepper 6-4 6-4


Nessun Commento per “ATP UMAGO: FUORI LORENZI, BENE MONFILS E ROBREDO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.