ATTENTA SARA, IN FINALE ARRIVA L’URAGANO SERENA

Sarà Serena Williams a sfidare la nostra Sara Errani nella finale degli Internazionali BNL d'Italia 2014. La statunitense ha superato Ana Ivanovic 6-1, 3-6, 6-1 raggiungendo la sua terza finale al Foro Italico.
sabato, 17 Maggio 2014

Tennis, Roma – E’ la 32enne Serena Williams ad aggiudicarsi la seconda e altalenante semifinale femminile a discapito di una poco lucida Ana Ivanovic. Su di un Centrale affollatissimo e con il punteggio finale di 6-1, 3-6, 6-1 in un’ora e 38 minuti la statunitense conquista la finale e cercherà di difendere il titolo conquistato l’anno scorso al Foro Italico.

Il primo set si apre con la Williams al servizio, su un Centrale, come abbiamo già detto, gremito e festante. Il primo è un game che Serena tiene con difficoltà dopo aver concesso una palla break alla serba. Stessa storia nel secondo, che parte allo stesso modo, con la Ivanovic che concede tanto ma non cede il servizio. Nei successivi tre games la statunitense riesce di forza ad ottenere un break che la porta in vantaggio 4-1. Cala il servizio della 26enne che inizia a servire qualche seconda di troppo e cala anche la concentrazione di Ana che cede ancora una volta il servizio dando a Serena la possibilità di servire per il set. La statunitense fa registrare il 70% di prime in questo frangente, una statistica che lascia poche speranze alla sua avversaria. Serena gioca bene, è forte, sbaglia poco ed è attenta ma guardinga ed in mezz’ora chiude la prima frazione di gioco 6-1 a suo favore. Poco da dire, se non che la strada verso la finale sembra ormai segnata per Serenona che ha mostrato il suo miglior tennis e la sua sicurezza sfrontata mettendo a segno 13 vincenti e 2 ace.

Nel secondo set la Ivanovic riprende in mano il gioco e nel primo game tiene un turno di servizio senza patemi particolari. Prosegue il match e appare qualche incomprensibile defiance nel gioco della Williams. Un doppio fallo e qualche difficoltà sulle risposte dell’avversaria fanno tentennare l’assoluta favorita di questi Internazionali d’Italia. Concede corridoi liberi, ma Ana passa. La serba approfitta però di uno dei rari blackout di Serena e capitalizza la seconda palla break in un game giocate praticamente soltanto sulla seconda di servizio. Continua bene Ana nel secondo set, ritrova passanti, ace e voleè, sale 3-0 e accende il pubblico che tifa per un match lungo e spettacolare. E ottiene quello che vuole. La Ivanovic gioca un quarto game d’attacco, in avanzamento, sposta Serena sfruttando la sua forse unica debolezza e cattura il secondo break del set, 4-0. Ma la Williams non è abituata a mollare il colpo ed è decisa a ribaltare il suo 28% di prime di servizio e comincia recuperando un break e tenendo il suo turno di servizio a zero. Dal 4-0 quindi recupera e si porta 4-2. Ana tiene e la Williams è costretta a servire per tenere aperto il secondo set. La serba cerca ora di togliere il ritmo a Serena, rispondendo in back e cercando subito l’affondo. La statunitense non ci casca e tiene il servizio lasciando nel servizio della Ivanovic le sorti del set. La bella Ana non si lascia sfuggire l’occasione e chiude il game a zero con un ace.

Arriviamo al terzo e decisivo set nel quale la Williams impone immediatamente il suo gioco, tenendo a zero il primo game al servizio e strappando quello di Ana: 2-0 ed il match, bene interpretato dalle due, adesso diventa più mentale che fisico. Ed è facile capire il perché è proprio Serena a portarsi in vantaggio trovando tutte le righe, servendo bene e mettendo a segno più dell’80% di vincenti. In un baleno la statunitense è avanti 5-0 con un break di vantaggio e il computo dei punti adesso è di 21 a 4. Piccola dimostrazione d’orgoglio nel sesto game, una Ivanovic che non vuole mollare per far segnare almeno un game a suo nome sul tabellone luminoso e ci riesce. Sul 5-1 la Williams va a servire, tiene e raggiungere la sua terza finale al Foro Italico per difendere il suo unico titolo romano. L’altra finalista del torneo è la nostra Sara Errani, protagonista del torneo casalingo, che dovrà ribaltare l’andazzo e i precedenti che fanno contare sei vittorie per la Williams e nessuna per la bolognese.


Nessun Commento per “ATTENTA SARA, IN FINALE ARRIVA L'URAGANO SERENA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LA ERRANI NON CE LA FA E SI RITIRA, E’ SCONFITTA ANCHE IN DOPPIO TENNIS – Dopo la finale persa nel singolare contro Serena Williams, Sara Errani non ce la fa e saluta gli Internazionali BNL d'Italia ritirandosi dalla finale di doppio in coppia con […]
  • ERRANI, LA FINALE STAVOLTA È POSSIBILE La penultima giornata degli Internazionali Bnl d’Italia è quella in cui può essere riscritta la storia del tennis femminile italiano. Sara Errani contro Jelena Jankovic può riportare […]
  • ERRANI SFORTUNATA, SERENA ANCORA REGINA Internazionali Bnl d'Italia: finale sfortunatissima per la numero uno d'Italia, che alla fine di un combattuto primo set accusa un infortunio muscolare. La Williams ha allora vita facile e […]
  • JANKOVIC PER ERRANI, IVANOVIC ALL’ESAME WILLIAMS Jankovic doma in due set la Radwanska e lancia la sfida alla Errani. Ivanovic supera una straordinaria Suarez Navarro nella partita più bella del torneo, al termine di due ore di tennis di […]
  • WTA ROMA. GRANDIOSA ERRANI, 6-3 4-6 6-2 CONTRO LI NA Tennis. Quarti di finale nel Wta di Roma, Sara Errani contro Li Na gioca la partita più bella dell'anno, vince 6-3 4-6 6-2 e torna in semifinale al Foro per il secondo anno consecutivo.
  • SERENA AVANTI ADAGIO La n.1 del mondo messa sotto nel primo set dalla svizzera Bacsinszky. Grazie alla maggiore esperienza e ad alcuni punti decisivi vinti direttamente col servizio la minore delle Williams è […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.