AUCKLAND: FUORI VINCI E KNAPP. BRISBANE: OK WILLIAMS

TENNIS - A Brisbane accedono agli ottavi Serena Williams e Jelena Jankovic. Ad Auckland cartellino rosso per Roberta Vinci e Karin Knapp: la tarantina cede alla sedicenne Ana Konjuh mentre l’altoatesina si arrende alla Goerges. A Schenzhen Vera Zvonareva cede a Na Li.

Tennis. Esordio impegnativo, almeno se confrontato agli standard a cui ci ha abituato, per la numero uno del mondo Serena Williams al ‘Brisbane International’. La campionessa uscente del torneo che inaugura la stagione 2014, ha avuto la meglio sulla tedesca Andrea Petkovic dopo un’ora e trentotto minuti di gioco con il punteggio di 6-4 6-4. Un match scandito da scambi rapidi, tanti vincenti, forse un po’ troppi errori da ambo le parti e da pochi break. La trentaduenne statunitense riesce a strappare il servizio alla sua avversaria al terzo gioco, per poi riperderlo a sua volta subito dopo. Serena Williams torna  subito a premere sull’acceleratore e, se la Petkovic riesce a salvarsi al settimo game, al nono non riesce a conservare il proprio turno di battuta e di fatto consegna la prima manche nelle ‘casse nemiche’. Il secondo set si decide al quinto gioco quando Serena strappa il servizio alla ventiseienne di Tula, la quale tenta di rimanere in scia e riesce a salvare un primo match point sul 3-5, ma nulla può quando la Williams va a servire sul 5-4 in proprio favore, chiudendo la disputa a quota undici ace. Il tennis della diciannovenne Elina Svitolina si è rivelato ancora troppo acerbo per riuscire a fronteggiare la ‘navigata’ Jelena Jankovic. La serba non concede spazi all’ucraina che si ritrova in meno di quindici minuti sotto 4-0; nonché in procinto di iniziare la seconda frazione dopo appena ventuno minuti di gioco. Ripresa che segue gli andamenti dei servizi fino all’ottavo game quando, alla terza palla break, la Jankovic stringe in pugno il 5-3, per poi tenere a zero il proprio turno di battuta e chiudere 6-1 6-3. La slovacca Dominika Cibulkova, ha lottato per due ore e quindici minuti contro la sempre verde Kimiko Date-Krumm prima di prevalere con il punteggio di 6-3 1-6 6-3.

Aukland amara per i colori azzurri. Sia Karin Knapp che Roberta Vinci, quest’ultima accreditata come prima testa di serie, si vedono esporre il cartellino rosso rispettivamente dalla tedesca Julia Goerges e dalla sedicenne croata Ana Konjuh. Dopo aver vinto il primo set 6-4, nelle restanti frazioni l’altoatesina non riesce ad agguantare nessuno dei due tie-break e si arrende dopo una battaglia di due ore e quaranta minuti. Sembrava invece un match di normale amministrazione per Roberta Vinci, libratasi sul 6-3 1-0 forte di un break in apertura. Il ritorno della sedicenne di Ragusa, vincitrice nel 2013 agli Australian Open ed agli US Open Juniores, è stato però portentoso. Facendo leva su un pressing costante, la Konjuh ha infatti inanellato cinque game consecutivi. A questo punto la Vinci ha un moto d’orgoglio e, dal 1-5, riesce ad avvicinarsi al 4-5 ma, al quarto set point, la croata trascina la partita al set decisivo che si rivela una marcia trionfale, di appena ventisette minuti, scandita da un netto 6-2.

Successi su misura per la seconda e la terza forza del seeding: la serba Ana Ivanovic si impone 7-5 7-6 sulla statunitense Alison Riske, mentre la belga Kirsten Flipkens prevale 6-4 7-5 sulla ventenne portoricana Monica Puig. Scivola invece Sorana Cirstea contro la ventitreenne, quindi coetanea, Sharon Fichman. Al terzo ‘head to head’ la canadese si porta avanti di una vittoria infliggendo un netto 6-1 6-4 alla rumena, più avanti di 94 posizioni nella classifica mondiale essendo la Fichman 116esima. Primo turno velenoso anche per la ceca Lucie Safarova, costretta a cedere il passo alla nipponica Ayumi Morita per 7-6 6-3.

Al ‘Shenzhen Open 2014’ è avvenuto il ritorno alle gare da parte della ex numero due del mondo, oltre che finalista nel 2010 sia a Wimbledon che agli US Open, la russa Vera Zvonareva. La ventinovenne moscovita non è riuscita nel colpaccio di estromettere la prima testa di serie dell’evento, la cinese Na Li, ma ha comunque ‘venduto cara la pelle’. 7-5 6-3 lo score a favore di Na Li. Deludente prestazione da parte dell’altra beniamina di casa, la ventiquattrenne di Tianjin, Shuai Zhang, la quale ha ceduto in tre set alla numero 257 del mondo, la taiwanese Yung-Jan Chan. Passo falso anche per Anna Karolina Schmiedlova. La promessa slovacca si è fatta ingarbugliare dall’esperienza e dalle ‘tossiche’ rotazioni di Monica Niculescu. Dopo aver subito otto game consecutivi per mano dell’ucraina Nadiya Kichenok, lascia il campo Timea Babos.

Brisbane International. Australia. Secondo Turno:

Serena Williams (Usa) [1] def. Andrea Petkovic (Ger) 6-4

Jelena Jankovic (Srb) [4] def. Elina Svitolina (Ukr) 6-1 6-3

Dominika Cibulkova (Svk) def. Kimiko Date-Krumm (Jpn) 6-3 1-6 6-3

Carla Suarez Navarro (Esp) [8] def. Kaia Kanepi (Est)

ASB Classic Auckland. Nuova Zelanda. Primo Turno:

Ana Konjuh (Cro) def. Roberta Vinci (Ita) [1] 3-6 6-4 6-2

Ana Ivanovic (Srb) [2] def. Alison Riske (Usa) 7-5 7-6

Kristen Flipkens (Bel) [3] def. Monica Puig (Por) 6-4 7-5

Sharon Fichman (Can) def. Sorana Cirstea (Rou) [4] 6-1 6-4

Ayumi Morita (Jpn) def. Lucie Safarova (Cze) [6] 7-6 6-3

Julia Goerges (Ger) def. Karin Knapp (Ita) [8] 4-6 7-6 7-6

Lauren Davis (Usa) def. Marina Erakovic (Nzl) 6-1 6-4

Kristyna Pliskova def. Yanina Wickmayer (Bel) 7-6 6-0

Sachie Ishizu (Jpn) def. Anett Kontaveit (Est) 6-3 1-6 6-3

Shenzen Open 2014. Cina. Primo Turno:

Na Li (Chn) [1] def. Vera Zvonareva (Rus) 7-5 6-3

Nadiya Kichenok (Ukr) def. Timea Babos (Hun) 6-0 2-0 ret.

Monica Niculescu (Rou) def. Anna Schmiedlova (Svk) 4-6 6-2 6-3

Yung-Jan Chan (Tpe) def. Shuai Zhang (Chn) [6] 3-6 6-4 6-2


1 Commento per “AUCKLAND: FUORI VINCI E KNAPP. BRISBANE: OK WILLIAMS”


  1. renato ha detto:

    questo dovrebbe essere l’anno che le giovani promesse diventano realtà e parlo di:Eugenie Bouchard-Madison Keys-Donna Vekic-Belinda Bencic-ana konjuh,anche se non più giovanissime (non come le prime):Simona Halep-Jamie Hampton-Suarez Navarro e altre che ora non mi vengono in mente,ma ce ne sono altre,ecco io auguro a tutte queste di fare un’anno straordinario,anche per il giusto cambio di tenniste…. auguro Buon Anno a tutti gli sportivi e tutti voi della redazione…


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.