AUGURI CICI BELLIS: UNA NUOVA STELLA FRA LE STRISCE

Catherine "Cici" Bellis, ne sentiremo parlare. oggi compie 16 anni, ma agli ultimi Us Open è diventata la più giovane a passare un turno negli ultimi 20 anni. L'America, forse, ha una nuova stella
mercoledì, 8 Aprile 2015

Tennis. Catherine Bellis, per tutti “Cici“, per molti una predestinata. Non puoi che esser reputata tale quando a 15 anni e mezzo passi un turno del Grande Slam, a casa sua per la precisione, agli Us Open: era dai tempi della Kournikova che una tennista così giovane non riusciva in tale impresa, siamo scesi al 1996. Ma non è un lampo nel vuoto, perchè proprio alla vigilia dei 16 anni compiuti oggi, centra gli ottavi a Miami: la sua corsa impatta contro Serena Williams, 18 anni di meno, ma per molti un incontro che farà storia.

Nata a San Francisco, la città dei sali e scendi, lei però ha intrapreso una sola delle due direzioni: un’impennata verso l’alto che più precoce non si può. Da venti anni nessuno riusciva in ciò che ha realizzato lei, vincere una partita in uno Slam, a soli 15 anni: per lei la Espn si è organizzata con mezzi di fortuna spostandosi repentinamente verso il campo n.6, uno dei minori di New York, certi che quell’incontro contro la testa di serie n.12 Cibulkova non avrebbe riservato alcuna sorpresa. Ed invece, la finalista degli Australian Open, si fa rimontare nel terzo set un vantaggio di 1-3 e cede alla statunitense: è l’apoteosi.

Come nei migliori sogni, il risveglio è brusco: al secondo turno forse la troppa sbornia, la pressione di un Paese che si era svegliato con una nuova stella, finisce per perdere contro la promettentissima Dijas, già n.30 del mondo e classe ’93: 6-3, 0-6, 6-2 lo score in favore della kazaka. Ma la vendetta è un piatto che va servito freddo, quasi 8 mesi dopo si scontrano ancora: Premier di Miami, al primo turno la Cici supera la de Vroome dopo aver ottenuto una wild-card, al successivo è ancora lei contro la Dijas: la vittoria è netta, 6-2, 6-1 ed ottavi di finale. Contro Serena Williams, ma c’è ben poco da fare ovviamente: doppio 6-1 per la n.1 del mondo ma tra qualche anno ricorderemo questo primo scontro, pensando forse ad un passaggio di testimone.

Alta poco meno di 1.70 ma con ancora margini di crescita ovviamente vista l’età, ottimi colpi al rimbalzo e piedi sempre dentro il campo. All’attivo il Trofeo Bonfiglio, una finale in doppio a Parigi nel torneo juniores grazie alla quale arriva sino alla n.2 del mondo. Fino ai risultati conseguiti all’Orange Bowl, grazie ai quali tocca la vetta della classifica: si aggiudica tre titoli ITF, tutti sul cemento, più uno in doppio su terra verde. Le aspettative sono tantissime, il bello viene ora, dopo aver stupito il mondo intero: ma è ciò a cui i campioni devono sapersi abituare, a reggere la luce dei riflettori e le pressioni, soprattutto se nasci in un Paese come gli Usa. Ma se a 15 anni hai già aggiornato i libri di storia, vuol dire che sei sulla strada giusta: auguri Cici!


Nessun Commento per “AUGURI CICI BELLIS: UNA NUOVA STELLA FRA LE STRISCE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.