AUGURI TAUZIAT: UN’ERBA QUASI “REGINA”

Compie 40 anni Nathalie Tauziat: una vita inseguendo Wimbledon

Tennis. Un’intera, lunghissima carriera, inseguendo un sogno. Quello di Wimbledon, inseguito, sfiorato, rimpianto. Compie la bellezza di 40 anni una delle tenniste più importanti degli anni ’90, la francese che, prima del successo insperato ed imprevisto di Marion Bartoli, era andata più vicina al successo sul campo più importante del mondo.

Nathalie Tauziat ha avuto una carriera lunghissima, durata ben 17 stagioni. Una longevità dimostrata non solo in termini di quantità, ma di qualità ed è questo che più conta. Il suo best ranking infatti, da n.3 del mondo Wta, lo ha saputo toccate alla soglia dei 33 anni.

Due anni prima, già abbondantemente trentenne, raggiunge la finale di Wimbledon, perduta contro la ceca Novotna. Vincerà otto titoli nell’arco di una comunque brillante carriera, raggiungendo gli ottavi di finale in tutti i tornei dello Slam, tra cui i quarti a Parigi e agli Us Open a dieci anni di distanza.

Una versatilità e completezza tecnica che non si esaurisce qui, ma trova riscontro nell’eccezionale carriera da doppista della francese. Anche qui, a 34 anni, una best position da n.3 del mondo, ma sono altri i numeri impressionanti: 25 tornei vinti, una finale Us Open persa nel 2001, 5 semifinali a Parigi ed una a Wimbledon.

La Tauziat è oggi una coach di buonissimo livello, della tennista Wozniak: in passato ha però ricoperto il medesimo ruolo anche della canadese Bouchard.

Oggi, Nathalie, compie 40 anni: auguri!


Nessun Commento per “AUGURI TAUZIAT: UN'ERBA QUASI "REGINA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FINALE COPPA DAVIS, CILIC FA VOLARE LA CROAZIA SUL 2-0 Il croato ha liquidato Jo-Wilfried Tsonga in tre set (6-3 7-5 6-4) e già domani con il match di doppio la squadra di capitan Krajan potrebbe festeggiare la vittoria della prestigiosa […]
  • MURRAY:UNA SCONFITTA DURA DA ACCETTARE "Oggi era una giornata particolare, c'era tutta l'Inghilterra a fare il tifo per me, un pubblico incredibile in campo e poi la mia famiglia, tutta la mia famiglia che mi ha sostenuto dal […]
  • DAVIS, NOAH: “ATMOSFERA INCREDIBILE” Davis, la Francia dimezza lo svantaggio e si gioca tutto nei singolari di domani. Noah elettrizzato, Krajan furibondo per il clima sugli spalti.
  • FEDERER PERFETTO, LA DAVIS È DELLA SVIZZERA Roger Federer chiude i conti a Lille piegando in tre set Richard Gasquet, schierato dal Clement al posto di Tsonga. La Svizzera vince la Coppa Davis per la prima volta nella sua storia
  • FEDERER A MEZZO SERVIZIO, MONFILS FA 1-1 Roger Federer scende in campo, ma si muove malissimo e non riesce ad arginare il gioco di Monfils. Il francese si impone facilmente in tre set e pareggia i conti dopo la vittoria di […]
  • FEDERER E SIMON, LE DUE FACCE DI UNA GUERRA DI NERVI Gilles durissimo contro Roger: "Credo che il nostro pubblico lo rispetti troppo. E invece dovrebbe mettergli pressione". Mentre lo svizzero frena: "Loro restano i favoriti, ma sarebbe […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.