AUSTRALIAN OPEN: BERRETTINI, RIMONTA STROZZATA. KO SINNER

Berrettini non riesce a completare la rimonta ed esce di scena agli Australian Open. Sinner si fa incartare dal vento
mercoledì, 22 Gennaio 2020

Da Melbourne

Tennis. Non è stata una giornata positiva per i colori azzurri agli Australian Open. Matteo Berrettini e Jannik Sinner hanno infatti alzato bandiera bianca lasciando al solo Fabio Fognini il compito di tenere alta la bandiera dell’Italia nella mattinata italiana (si comincia alle 9 sulla Margaret Court Arena).

Il numero 8 del seeding non è riuscito a completare la rimonta dinnanzi all’americano Tennys Sandgren, uscito vittorioso grazie allo score di 7-6(7) 6-4 4-6 2-6 7-5 dopo oltre tre ore di battaglia serrata. Pesano tantissimo le tre palle break consecutive non sfruttate dal giocatore romano sul 3-3 del quinto set.

Oltre alle condizioni molto ventose, l’allievo di Vincenzo Santopadre è sembrato un pochino indietro di condizione dopo essere stato obbligato a rinunciare all’ATP Cup per via di un infortunio agli addominali.

Per Matteo una sconfitta dolorosa, che gli permette tuttavia di ricaricare le pile in vista dei prossimi tornei.

Un pochino deludente invece la prestazione di Sinner, che si è arreso nettamente all’ungherese Marton Fucsovics con il risultato di 6-4 6-4 6-3 in poco più di due ore. Il 18enne altoatesino non è mai riuscito a trovare il bandolo della matassa, ha commesso ben 47 errori gratuiti e ha subito ben sette break.

“Queste sono partite da cui posso imparare molto, le condizioni erano difficili, ma lui ha giocato meglio e ha meritato di vincere” – ha spiegato Sinner in conferenza stampa. “Tatticamente devo ancora imparare molto, ora voglio ricaricare le pile e concentrarmi sul prossimo torneo.”


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: BERRETTINI, RIMONTA STROZZATA. KO SINNER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.