AO 2018: CILIC LIQUIDA EDMUND E VOLA IN FINALE

Il tennista croato si è imposto 6-2 7-6 6-2 conquistando per la terza volta in carriera l'atto conclusivo di un torneo del Grande Slam

TENNIS – Non ha dovuto faticare più di tanto Marin Cilic, forse anche a causa di un problema fisico che ha condizionato il suo avversario, ma quello che conta è che il tennista croato battendo Kyle Edmund 6-2 7-6 6-2 ha staccato il pass per la sua prima finale agli Australian Open, la terza della carriera negli Slam dopo quella vinta agli Us Open nel 2014 e quella persa lo scorso anno a Wimbledon.

Il croato ha avuto qualche difficoltà soltanto nel primo game della sfida, quando è stato costretto a salvare due palle break (dal 15-40) che avrebbero potuto proiettare il britannico subito in vantaggio, ma dopo aver evitato di cedere subito la battuta Cilic non ha più concesso alcuna chance a Edmund durante i propri turni di servizio, e con il passare dei minuti ha preso in mano il comando delle operazioni in maniera piuttosto evidente. Il croato infatti ha chiuso velocemente il primo set sul 6-2, e soltanto nel secondo ha trovato dall’altra parte della rete una resistenza degna di questo nome, visto che Edmund è riuscito a giocare con maggiore solidità (concedendo una sola palla break in tutta la frazione) e guadagnarsi quanto meno il tie-break, vinto però da Cilic 7 punti a 4 grazie alla maggiore determinazione messa in campo proprio nel momento più importante. A quel punto quindi, forte dei due set di vantaggio il croato ha potuto giocare con una scioltezza ancora maggiore, e ad aiutarlo ulteriormente ci ha pensato anche lo stesso Edmund, costretto a chiamare un medical-timeout per un problema alla schiena che è sembrato condizionarlo in maniera abbastanza rilevante. il giovane tennista britannico infatti fin dall’inizio del terzo set ha mostrato una certa difficoltà negli spostamenti, e Cilic ha avuto vita facile nel chiudere i conti sul definitivo 6-2, conquistando una finale comunque meritata per il tennis che ha saputo esprimere in queste due settimane a Melbourne, compreso quello sfoderato nei quarti di finale contro Rafa Nadal a prescindere dal ritiro per infortunio dello spagnolo. Può tornare a casa comunque soddisfatto invece Kyle Edmund, protagonista anche lui di un torneo eccezionale che lo proietterà nel ranking Atp vicino ai primi venti giocatori del mondo.

(Nella foto Marin Cilic – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “AO 2018: CILIC LIQUIDA EDMUND E VOLA IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.