AUSTRALIAN OPEN DAY 1: SUBITO FEDERER, NADAL E MASHA

Inizia l’edizione numero 103 dell’Australian Open e la giornata inaugurale offre subito un ricco menù con in campo campioni del calibro di Federer, Nadal, Murray, Sharapova e Halep. Occhio però anche ai cinque italiani, tre donne e due uomini
domenica, 18 Gennaio 2015

Melbourne (Australia). Tutto è pronto a Melbourne per l’apertura l’accensione dei riflettori sulla 103esima edizione dell’Australian Open, primo slam della stagione 2015. Dall’una di notte, ora italiana, partirà il programma di primo turno, con gli incontri della parte bassa dei tabelloni maschile e femminile. Come di consueto, l’evento sarà visibile in Italia grazie ai due canali panaeuropei Eurosport ed Eurosport 2, che inizieranno a seguire l’evento fin dal suo principio questa notte. Analizziamo quindi il programma del day one, soffermandoci sui campi principali e sugli incontri che vedranno impegnati i nostri portacolori.

Rod Laver Arena. E proprio un’italiana sarà la protagonista della prima partita sul campo principale di Melbourne Park. Stiamo parlando di Karin Knapp, che all’una ora italiana affronterà la rumena Simona Halep, testa di serie numero 4 del torneo femminile. L’impegno si presenta quanto mai proibitivo per la giocatrice altoatesina, ma si tratta pur sempre di un primo turno e la Halep è reduce da un ritiro. Sognare non costa nulla. Il programma prosegue con l’esordio di un’altra favorita come Ana Ivanovic, che testerà le sue velleità contro la ceca Lucie Hradecka, tennista molto potente, ma scarsamente mobile, sulla carta decisamente abbordabile per la bella ceca. La sessione diurna si chiude, non prima delle 4.00 ora italiana, con il primo turno probabilmente più interessante del tabellone maschile, quello tra Rafael Nadal e Mikhail Youznhy. Lo spagnolo ha vinto gli ultimi cinque confronti diretti, ma nei 10 incontri precedenti a questi, il russo aveva battuto il maiorchino in ben quattro circostanze, infliggendogli anche lezioni piuttosto severe, come il 6-0 6-1 nella finale di Chennai 2008. Certo, il russo è lontano parente del giocatore che fu, ma il talento, talvolta, può risvegliarsi in un grande palcoscenico.

Alle ore 9.00 italiane, inizierà la sessione serale, che verrà aperta dal numero due del mondo Roger Federer, a caccia del terzo successo in altettanti incontri con il cinese Yen Hsu Lu, un tennista dal buon talento, potenzialmente ostico, ma che non sembra essere nelle condizioni adatte per impensierire King Roger. Il programma del day one sul primo campo di Melbourne Park si chiude con l’esordio di Maria Sharapova, seconda favorita del seeding femminile. Per lei Petra Martic, 23enne croata dal tennis raffinato e bello da vedere, mostrato però quasi unicamente al Roland Garros del 2012, torneo che la vide esplodere, ma che poi è rimasto luce isolata in una notte resa oscura anche da qualche problema fisico di troppo.

Margaret Court Arena. Il campo intitolato alla giocatrice più vincente di ogni epoca, apre i battenti con la sfida, che interessa praticamente ai soli australiani, tra Jarmila Gajdosova e Alexandra Dulgheru. Ben più interessante il secondo incontro, che ci mostrerà la condizione di Andy Murray, chiamato a superare il test Yuki Bhambri. L’indiano, ex numero uno junior, per il momento non ha fatto vedere grandi numeri tra i professionisti, se non nel circuito dei challenger asiatici e domani per la prima volta potremo ammirarlo di fronte ad un campione del calibro dello scozzese. Chiude la sessione diurna la testa di serie numero 9 del tabellone femminile Angelique Kerber, che potrebbe incontrare qualche problema contro la solida rumena Irina Camelia Begu.

La sessione serale sulla Margaret Court Arena è dedicata ai giovani, con due protagonisti in erba come Eugenie Bouchard e Nick Kyrgios. Per entrambi l’impegno d’esordio non sembra essere proibitivo, visto che i nomi degli avversari sono, rispettivamente, Anna Lena Friedsam, numero 98 Wta e Federico DelBonis, argentino molto più avvezzo alla terra che non alle superfici rapidi.

Hisense Arena. È una giovane, la più giovane anche la tennista che apre il programma sul terzo campo in ordine di importanza di Melbourne Park. La svizzera Belinda Bencic, classe 1997, apre il suo torneo contro la tedesca Julia Georges. Un incontro tra due colpitrici, che ci dirà tanto sullo stato di forma della trentaduesima testa di serie del torneo. Altra testa di serie e altra tedesca nel secondo match in programma Sabine Lisicki, ventottesima favorita, incrocia la racchetta con l’altra bionda Kristina Mladenovic. Dopo la Germania, è l’Australia, al maschile, a completare il programma sulla Hisense. Per primo tocca a Bernard Tomic, che dopo i tanti proclami di sobrietà e impegno per il prossimo futuro, apre il torneo con il tedesco Tobias Kamke, un regolarista che può dare del filo da torcere al bad boy autoctono. La giornata si chiude con l’altro padrone di casa, Sam Groth, discreto protagonista, come al solito, delle prime settimane dell’anno, che proverà a vincere la sua prima partita nello slam australe contro la speranza serba Filip Krajinovic.

Italiani. Oltre alla già menzionata Karin Knapp, saranno quattro gli italiani impegnati nella prima giornata dell’Australian Open 2015. Due uomini e due donne. In ordine di programmazione, Andreas Seppi, apre lo schedule del campo 22, contro uno dei suoi rivali più agguerriti: Denis Istomin. L’azzurro e l’uzbeko si sono affrontati otto volte in carriera, con cinque successi per l’altoatesino. La particolarità della loro rivalità è però legata al fatto che in quattro match disputati a livello slam, il nome del vincitore è venuto sempre fuori dopo cinque set di battaglia, con due vittorie per parte. Scendono in campo anche le Chichis Sara Errani e Roberta Vinci. Per la bolognese, nel terzo incontro sul campo 6, l’ostacolo è rappresentato dall’americana di origine asiatica Grace Min, tennista molto regolare, che ha buoni numeri sul cemento e che può essere un test ben più probante di quanto non suggerisca il suo ranking di numero 105. Molto complicato l’impegno che attende Roberta Vinci, nell’ultimo match sul campo 12. La sua avversaria è Bojana Jovanovski, serba numero 56 del ranking, potenzialmente capace di giocare un gran tennis sul cemento. A conforto della tarantina, c’è però il fatto che la Jovanovski non sta attraversando un periodo di forma particolarmente brillante da ormai qualche mese. Chiudiamo con Simone Bolelli, che chiude il programma sul campo 6 contro l’argentino Juan Monaco. Per lo stato di forma mostrato a Sidney, la partita è decisamente alla portata di Simone, ma il tennista sudamericano, anche se lontano parente della sua versione miglio, sulla distanza dei cinque set, va sempre preso con le molle.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO           

Meteo. Non dovrebbe essere disturbata dalla pioggia la prima giornata di gare, con un cielo soleggiato, ma leggermente coperto. Qualche problema in più, sotto questo punto di vista, potremmo incontrarlo martedì. Le temperature saranno piuttosto basse, vista la stagione, con una massima di 24 gradi ed una minima di 13.


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN DAY 1: SUBITO FEDERER, NADAL E MASHA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.