AUSTRALIAN OPEN, LA DOPPIA NOVITÀ DEL 2019

Montepremi fissato a 37 milioni di euro e super tie-break al quinto set. Le novità degli Australian Open, edizione 2019.

TENNIS – Anno nuovo, vita nuova. Il famoso detto che serve a voltare pagina è anche una grossa responsabilità per gli Australian Open, prima prova del Grande Slam della stagione 2019 appena cominciata. Sul cemento di Melbourne andranno in scena due settimane di grande tennis che concluderanno di fatto la tournèe in Oceania. Per l’edizione imminente, sono in programma anche due novità di spicco sia dal punto di vista economico, sia sotto l’aspetto meramente tecnico.

La prima riguarda il montepremi che il major australiano metterà a disposizione dei giocatori. 37 milioni di euro, il più alto di sempre, ovviamente senza considerare i proventi dagli sponsor che rimangono esterni al conteggio effettuato dall’organizzazione del torneo. L’incasso dei tennisti, quindi, non sarà variabile solo in base al piazzamento che raggiungeranno agli Australian Open, ma anche in relazione ai contratti che hanno sottoscritto con le aziende che li supportano nella prima avventura Slam di quest’anno.

Seconda novità del 2019 targata Melbourne è l’introduzione del super tie-break, che vedrà i tennisti affrontarsi nella sfida ai dieci punti qualora si arrivasse al 6-6 nel quinto set. Una formula mutuata dal doppio, in cui il terzo parziale è un intero super tie-break di questo tipo. Potrebbe aumentare lo spettacolo e la pressione sui giocatori, rendendo un unicum il primo Slam della stagione.

A fronte di questi due aggiornamenti di interesse collettivo, ce n’è una che riguarda Roger Federer. Lo svizzero arriverà in Australia per difendere il titolo conquistato lo scorso anno e lo farà per la prima volta con Uniqlo, il nuovo brand che si occupa del suo abbigliamento sportivo durante i suoi match ufficiali. L’azienda giapponese, dopo una serie di incontri con il tennista di Basilea, è arrivata a stabilire i colori dei completi utilizzati durante le due settimane di Melbourne: bianco per i match diurni, blu notte per quelli notturni, in modo da intonarsi in entrambi i casi con il cemento azzurro del major australiano.

Ultima curva prima di lanciarsi nella prima prova stagionale dello Slam. Gli Australian Open cominciano a catturare l’attenzione degli appassionati, anche e soprattutto con le novità di questa edizione. Lo spettacolo ne trarrà giovamento?


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, LA DOPPIA NOVITÀ DEL 2019”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Gennaio 2019

  • Nole è sempre Nole. Djokovic chiude l'anno da n.1 per la quarta volta rimontando addirittura dalla posizione n.22 che occupava a metà del 2017, l'ennesima prova di carattere, volontà e talento del serbo.
  • Zverev apre una breccia. A chiudere in bellezza il 2018 è stato il giovane tedesco col trionfo al Masters, e ora la domanda nasce spontanea: il 2019 sarà l'anno dell'atteso ricambio generazionale in campo Atp?
  • Anno nuovo Davis nuova. Ormai ci siamo, è tempo di rivoluzione in ambito Davis. Si riparte con la nuova formula, ma le polemiche non si placano.