AUSTRALIAN OPEN, NADAL: “SENTO UN’ENERGIA INCREDIBILE”

Il maiorchino è il primo finalista degli Australian Open. La soddisfazione dopo il successo su Tsitsipas, ma anche un appunto sul tetto aperto.

TENNIS – La cavalcata di Stefanos Tsitsipas agli Australian Open si interrompe in semifinale, ad un passo dal match che può consegnarlo alla storia. Tra il greco e la finale di Melbourne si frappone un Rafa Nadal che spezza nettamente le sue speranze, chiudendo la pratica in tre set e lasciandogli appena sei giochi in tutto l’arco dell’incontro. La gioia del maiorchino, a cui si aggiunge una carica motivazionale degna di un ragazzino in ascesa, emerge pienamente nel postpartita.

“È stato un gran match da entrambe le parti – spiega Nadal ai microfoni del torneo – e anche il percorso di Tsitsipas è stato davvero memorabile. A prescindere dal punteggio, rendo merito ad un avversario di spessore che ha meritato di arrivare tra i migliori di questa edizione”. L’attenzione, poi, si sposta su Rafa stesso, che ammette di trovarsi in una condizione psicofisica fuori dal normale: “Ho giocato bene per tutto il torneo e spero di farlo fino all’ultimo scambio degli Australian Open. Dopo un periodo piuttosto lungo senza giocare, probabilmente il merito è anche di questa atmosfera e di questo pubblico: sento un’energia incredibile”.

Eppure, il percorso del tennista spagnolo avrebbe potuto prendere una piega diversa: “Per me era difficile immaginarmi in questa situazione quando ero a Brisbane. È stato molto difficile non giocarci, ma è stata una scelta importante per permettermi di arrivare al meglio a Melbourne. Da quando è cominciato il torneo, sono cambiate tante cose: il mio fisico e la mia testa hanno reagito oltre ogni aspettativa”.

Tra gli aspetti da tenere in considerazione, c’è anche la temperatura. Nadal ha battuto Tsitsipas con 39 gradi: “In tutta onestà, sarebbe opportuno chiudere il tetto anche quando fa troppo caldo e non solo in caso di pioggia. Bisogna tutelare i professionisti e probabilmente ne trarrebbero beneficio tutti”.

Adesso uno tra Djokovic e Pouille per giocarsi il titolo di Melbourne. Nadal è diplomatico: “Tutte le semifinali sono complicate, Nole è il favorito ma ho sempre pensato che Lucas avesse un potenziale ed un’esplosività da top ten. Sta giocando molto bene finora e l’ha dimostrato anche nei quarti. È difficile, ma può succedere di tutto. Vedremo come andrà, sarà un’occasione importante per capire come prepararmi alla finale”.

Foto: Ray Giubilo


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, NADAL: "SENTO UN'ENERGIA INCREDIBILE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.