AUSTRALIAN OPEN, OSAKA: “IMPOSSIBILE SENZA IL MIO TEAM”

La giapponese vince gli Australian Open e diventa la nuova numero uno del ranking femminile. Il suo commento dopo il trionfo di Melbourne.
sabato, 26 Gennaio 2019

TENNIS – Secondo Slam in carriera, tra l’altro consecutivo, e numero uno del ranking femminile in un colpo solo. Naomi Osaka vince gli Australian Open 2019 al termine di una finale drammatica contro Petra Kvitova. È il bis dopo l’exploit agli US Open di pochi mesi fa, ma anche la conferma di una nuova stella nel panorama tennistico della WTA. L’umiltà e il garbo con cui festeggia il titolo di Melbourne rendono ancor più magica la sua notte australiana.

Il primo pensiero è per la sua avversaria: “Voglio fare le mie congratulazioni a Petra Kvitova – esordisce la Osaka – perché è una tennista da cui ho imparato molto e contro cui avrei sempre voluto giocare un match di questo livello. È stato un grande onore confrontarmi con lei in una finale degli Australian Open, sono davvero emozionata per tutto questo”.

Dall’onore ai vinti ai ringraziamenti di rito. La tennista giapponese rende omaggio al suo box: “Questo traguardo sarebbe stato impossibile anche solo da immaginare senza il mio team. Non avrei potuto mantenere quest’intensità atletica e mentale senza le persone che mi sono state accanto, perché dietro un giocatore di tennis c’è sempre una squadra che lavora assiduamente e per questo ringrazio ogni componente del mio staff. Questo titolo è il vostro”.

Una vittoria incredibile, quella della Osaka, se si fa riferimento a dove si trovava appena un anno fa. La giocatrice nipponica, infatti, sarà la numero uno della classifica mondiale a partire da lunedì, ma 365 giorni fa era al settantaduesimo posto ed erano ancora lontanissime le sue ambizioni che si sono poi concretizzate a Flushing Meadows prima e a Melbourne poi.

La cavalcata si conclude dunque con due prove major consecutive in bacheca, con l’obiettivo di puntare forte sul Roland Garros e su Wimbledon, stavolta con i favori del pronostico. Adesso Naomi guarda tutti dall’alto.

Foto: Ray Giubilo


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, OSAKA: "IMPOSSIBILE SENZA IL MIO TEAM"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.