MONTAGNE RUSSE

La Kuznetsova elimina 6-4, 7-6 la Henin. Maria Sharapova soffre ma passa con la Goerges. In serata ritiro di Venus Williams
venerdì, 21 Gennaio 2011

MELBOURNE – Giornata di grandi firme nel torneo femminile, con i riflettori puntati sulla sfida in programma sul centrale tra Svetlana Kuznetsova e Justine Henin.

KUZNETSOVA-HENIN 6-4, 7-6

A volte i precedenti non contano, o contano poco. Justine Henin aveva sconfitto Svetlana Kuznetsova sedici delle diciotto volte in cui vi si era imbattuta ma oggi, al termine della miglior partita vista fin qui, non è riuscita a ribadire il concetto. Tirata a lucido dal punto di vista fisico, la russa ha dimostrato grande solidità nei turni di servizio salvo poi complicarsi pericolosamente l’esistenza proprio nel momento in cui avrebbe dovuto suggellare la sua superiorità.

1° set – Tutto regolare fino al settimo gioco, con le due giocatrici che strappano applausi a scena aperta con alcune soluzioni di grande effetto. Sul 3-3 Sveta strappa la battuta a zero alla belga piazzando un paio di vincenti e con il leggero aiuto del nastro. Passano pochi minuti e la Henin prova a rimediare portandosi 30-40 sul servizio della russa con un rovescio incrociato applaudito anche dalla stessa Kuznetsova; Sveta attacca e annulla con lo smash, così come farà nella successiva opportunità della Henin. Si spengono lì le speranze di Justine, a cui resterà solo di allungare il set di altri due giochi.

2° set – Sul piano della potenza la Kuznetsova si fa preferire anche se alcune accelerazioni, in particolare di rovescio, premiano il coraggio di Justine. E’ però Svetlana ad operare per prima il break, con una risposta che costringe la belga all’errore. Come nel set precedente, Justine prova subito ad arginare la fuga della russa ma un ace e una bella palla corta portano Sveta sul 3-1. Nel sesto game la Henin ha una palla-break, annullata, episodio che non si ripeterà più fino al momento in cui Sveta va a servire per accedere agli ottavi (5-4). Qui la tensione si fa sentire, nonostante l’esperienza delle due contendenti, e un doppio fallo accompagnato da un errore di misura con il rovescio costringono Sveta a cedere per la prima volta il servizio nell’incontro. Il match, regolare fino a quel momento, prende all’improvviso una strana deriva e la Henin rovina quanto di buono aveva fatto fin lì facendosi recuperare da 40-15. La russa gioca palle con molto spin sul rovescio della belga e quest’ultima sbaglia concedendo un altro break. Sveta però si imballa nei momenti topici e, caldeggiato dal pubblico che vuole continuare a divertirsi, si arriva all’inevitabile tie-break.

Tie-break – Il gioco finale è un distillato di emozioni con otto dei primi undici punti contrari al servizio. La Henin annulla due match-point dal 6-4 al 6-6 con due vincenti, una risposta e un servizio, e va al set-point con uno smash di rimbalzo dopo il cambio di campo (7-6). Il livello del gioco sale e la Henin annulla una terza palla-match con la combinazione servizio-dritto (8-8) ma il doppio fallo successivo la predispone alla resa, che arriva con un errore forzato dal pressing della Kuznetsova, che negli ottavi avrà Francesca Schiavone.

SHARAPOVA-GOERGES 4-6, 6-4, 6-4

Quasi due ore e mezza di battaglia sono servite alla siberiana, campionessa di questo torneo nel 2008, per venire a capo della tedesca Julia Goerges, numero 38 del mondo che aveva eliminato nel turno precedente Kaia Kanepi.

1° set – C’è poco spazio per chi risponde fino al quinto game, quando la siberiana centra il primo break del match. “Nel primo set non ero molto contenta del mio livello di gioco. Subito dppo averle strappato il servizio, l’ho perso a mia volta con alcuni errori evitabili. A quel punto lei ha preso tutta la fiducia del mondo ed è stato tutto più difficile.” Infatti la tedesca si porta sul 5-4 e chiude la pratica nel gioco seguente approfittando di due doppi falli della russa.

2° set – Un solo break decide il parziale, quello che Maria riesce a far suo nel quinto gioco; in precedenza la russa era stata costretta a un game infinito di 14 punti per tenere il servizio dell’1-1. Con cinque ace in tre turni di battuta la Sharapova tiene le distanze dalla Goerges e la trascina al set decisivo. “Per recuperare ho provato a cercare maggiormente la profondità e ci sono riuscita dal secondo set in poi.”

3° set – All’inizio sembra tutto semplice per Maria, che vola 4-0 in un attimo, approfittando del momento di sbandamento della tedesca ma anche della sua tattica aggressiva. Quando però tutto volge per il meglio, la Sharapova subisce un parziale di 12-5 che rilancia la Goerges. La russa è brava però a spegnere il fuoco di Julia e negli ultimi due turni di servizio concede un solo punto, peraltro con l’11° doppio fallo. La chiusura è riservata al settimo ace. Nel suo futuro c’è ancora una tedesca, Andrea Petkovic, che ha approfittato del ritiro di Venus Williams nell’ultimo match serale.

AZARENKA-SCHEEPERS 6-3, 6-3

LI-ZAHLAVOVA STRYCOVA 6-2, 6-1

PETKOVIC-VENUS WILLIAMS 1-0 RITIRO

Dura un solo game la sfida che avrebbe dovuto chiudere il programma sul centrale. Entrata in campo con una vistosa fasciatura alla coscia destra, Venus Williams ha accusato un riacutizzarsi del problema in un allungo ed è stata costretta al ritiro. Continua imperterrita invece la marcia di due delle outsider più quotate: sia la bielorussa Victoria Azarenka che la cinese Na Li, che si sfideranno per un posto nei quarti. La prima ha sconfitto la sudafricana Scheepers con un doppio 6-3 mentre la vincitrice di Sydney ha lasciato appena tre giochi alla Zahlavova Strycova.

Clicca qui  per saperne di più sugli


Nessun Commento per “MONTAGNE RUSSE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SANTORESCU Una rumena che gioca come Santoro. La tigre passa, la pantera lascia. E Sveta si sveglia bene...
  • KIM CLIJSTERS, UN CAPOLAVORO FIAMMINGO Kim Clijsters. Un fisico d’argilla sostenuto da un tennis implacabile, da una lucidità tattica esemplare, da una determinazione fuori dal comune. Da predestinata a numero uno del mondo, […]
  • LA CULTURA DEL TENNIS La Schiavone approda agli ottavi di Melbourne. Alla stampa parla della sua vita dopo il successo al Roland Garros... sperando che prima o poi in Italia il tennis avrà lo stesso peso del calcio
  • AVANTI SCHIAVONE Francesca vince un match dai due volti. Dominato il primo set, brividi nel secondo: 6-0, 7-6
  • IL DRAW FEMMINILE DEGLI AO Urna benevola per Schiavone (Parra Santonja) e Pennetta (Rodionova). La Errani pesca Venus. Big match fra Clijsters e l'ex n.1 Safina. Wozniacki contro Dulko
  • HENIN REGINA DEL ROUND ROBIN I WTA Tour Championships sono vicini. Ecco la classifica delle migliori giocatrici WTA nei tornei con la formula del round robin dal 2003 ad oggi. Justine Henin comanda, Kim Clijsters è la […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.