AUSTRALIAN OPEN, SI SCOMMETTE!

Inizia il tanto atteso Gran Slam australiano. Queste le nostre prime giocate.
lunedì, 14 Gennaio 2013

Dopo aver analizzato i tabelloni e i possibili vincitori del primo Slam stagionale, vi proponiamo le nostre giocata per il day 1 degli Australian Open.

Prima ricordiamo, come consuetudine, il dato del nostro bilancio ad oggi; la nostra ultima giocata è stata la vittoria di Bernard Tomic in finale a Sydney contro Anderson. E’ risultata vincente ed ora il nostro saldo raggiunge un ottimo +47,85 stake.

Per uno scommettitore di tennis uno Slam può essere croce o delizia, ti può dare grosse soddisfazioni o grandi mazzate; gli incontri dai quali attingere sono tanti, troppi, per questo bisogna studiarli con attenzione. Noi finora crediamo di aver fatto un ottimo lavoro e il nostro bilancio ne è la testimonianza, ma uno Slam è diverso e speriamo di continuare così anche in questi Australian Open che stanotte prendono il via.

Australian Open Maschile

Julien Benneteau – Grigor Dimitrov

Esito: 2 @ 1.58

Dimitrov ha giocato un torneo di Brisbane fantastico raggiungendo la finale persa con Andy Murray. Si è poi praticamente preso una settimana di pausa lasciando andare il primo turno di Sydney perso 6-3 6-1 contro Fabio Fognini. Secondo noi arriva a giocarsi il primo vero Slam della sua carriera, perchè lo fa con una consapevolezza diversa. Ormai il bulgaro sa di aver messo su un gioco che gli permette di potersela giocare con tutti e sa che è proprio un grande risultato in un Major che può consacrare il suo tennis e il suo ranking. Incontra Julien Benneteau che è sempre un osso duro da affrontare, ma col quale è avanti 2-0 nei precedenti, entrambi arrivati nella scorsa annata. Ottima occasione per Grigor che avanzando oggi troverebbe un tabellone non malvagio, con la possibilità di arrivare agli ottavi e giocarsi l’ingresso ai quarti con uno tra Hewitt, Tipsarevic o Lacko. Partirebbe sfavorito solo in un caso su tre. Sarà un match tirato ma alla fine crediamo che la maggior completezza di colpi da fondo di Dimitrov faranno la differenza a suo favore; importante sarà tenere un rendimento del servizio alla pari o superiore a quello del francese.

Julian Reister – Guillaume Rufin

Esito: 1 @ 1.69

Julian Reister è un giocatore che staziona in questo momento sulla 296a posizione mondiale, ma questa classifica non rappresenta il suo gioco. E’ un tennista che l’anno scorso ha fatto discretamente bene, seppur a livello Challenger, ottenenendo un positivo di 18 vittorie e 9 sconfitte. Anche il francese Guillaume Rufin viene da una buona annata, ma di certo ha iniziato molto male il 2013. Lui che è terraiolo puro, ha ottenuto due sconfitte su cemento davvero pessime, una con Prakash Amritraj e l’altra con Joao Sousa che gli ha inflitto un perentorio 6-2 6-1. Anche il tedesco ama particolarmente la terra rossa, ma non disdegna l’hard e lo ha dimostrato proprio qua avendo passato le qualificazioni senza concedere un set in tre incontri. E’ un giocatore di certo più rodato e più in forma del transalpino, e dispone comunque di colpi pesanti e di un buon servizio che sul veloce fanno sempre male. La forma a volte è tutto, e in questo caso è sicuramente dalla parte di Reister.

Cedrik-Marcel Stebe – Stanislas Wawrinka

Esito: Handicap 1 (6.5 games) @ 1.9

Questo match si è giocato una decina di giorni fa a Chennai e Stanislas Wawrinka si impose 6-4 6-3. Questa volta però crediamo ci sia meno margine tra i due. Cedrik Stebe ha già fatto segnare 7 vittorie quest’anno e qua ha passato anche lui molto bene le quali con 6 set vinti e 0 persi. Wawrinka sembrava aver iniziato bene l’annata, ma ha poi perso malamente con Bedene in due set. Cosa vediamo di diverso tra i due stavolta? Qua a Melbourne si parla di un clima caldissimo, forse il più torrido di sempre che l’Australian Open abbia mai visto; le condizioni non sono per niente facili e questo potrebbe avvantaggiare il tedesco che è un palleggiatore da fondo e punta spesso sulla lunghezza degli scambi e sul tentativo di sfiancare l’avversario. Lo svizzero invece cerca maggiormente degli schemi di pochi colpi ed è meno abituato a giocare su rallies molto longevi; si trova ad affrontare le condizioni australiane per la prima volta mentre Stebe come accennato sopra è già sceso in campo tre volte nelle qualificazioni. Sono aspetti secondo noi da non sottovalutare. Stanislas è comunque superiore e alla fine dovrebbe, anche di esperienza, portare a casa l’incontro, ma l’handicap di sei giochi e mezzo può essere sicuramente coperto: basterebbe la sola vittoria di un set da parte di Cedrik o addirittura anche una sconfitta per 3 set a 0 con parziali vicini tra loro.

Simone Bolelli – Jerzy Janowicz

Esito: Over 38.5 games @ 1.9

Secondo noi questo match sarà piuttosto interessante ed equilibrato. Simone Bolelli non è da sottovalutare; ha iniziato l’anno piuttosto bene, trovando un buon cammino a Doha prima di arrendersi a un Davydenko ingiocabile in quella circostanza. Jerzy Janowicz ha deciso di giocare un solo torneo di preparazione a Melbourne e non è andata molto bene visto che ha perso in tre set da Brian Baker in quel di Auckland. Nel terzo set ha anche chiamato il fisioterapista per un leggero problema muscolare, ma ora dovrebbe essere tutto a posto. L’italiano gioca un tennis da fondo che può dar fastidio al polacco; colpi secchi, in grado di spostarti o tagliarti le gambe. Jerzy però ha l’arma del servizio dalla sua. E’ davvero devastante con questo colpo, perciò crediamo che con un Bolelli in forma e Janowicz costantemente pronto a sfornare aces la partita possa vedere alla luce anche più di un tiebreak e avere punteggi piuttosto tirati. L’over per questi motivi risulta per noi una giocata molto solida, in caso entrambi i tennisti portino a casa almeno un set è praticamente matematico che questa giocata sia vincente.

Australian Open Femminile

Johanna Larsson – Jelena Jankovic

Esito: Handicap 1 (5.5 games) @ 1.7

Siamo riusciti a trovare e a prendere questa linea che secondo noi è molto valida. Quasi tutti i book ora offrono 4.5 games, solo pochi regalano un gioco di margine in più. Jelena Jankovic ormai da due-tre anni non ha più dato sintomi di una giocatrice solida, in grado di imporsi con continuità negli incontri che la vedono favorita per poi giocarsela con le grandi. Ha giocato solo due match quest’anno, vincendo con la Paszek e perdendo con Roberta Vinci. Trova di fronte a sé Johanna Larsson che ha appena battuto due buone giocatrici come Julia Georges e Camila Giorgi, perdendo solo dalla Barthel che ha appena raggiunto la finale di Hobart e da Madison Keys che in questo periodo è risultata davvero in palla. Sicuramente la serba ha le carte in regola per aver la meglio sulla svedese, ma un solo set lottato permetterebbe alla Larsson di colmare il gap di cinque giochi e mezzo. Siccome Jelena non è più, o forse non è mai stata, una giocatrice cinica in grado di sfruttare ogni occasione che le si presenti ma, anzi, spesso tende a complicarsi la vita più del previsto, riteniamo che difficilmente arriverà una vittoria netta per lei in questo primo turno.

Stefanie Vogele – Tamira Paszek

Esito: 1 @ 1.65

Se escludiamo il torneo di Wimbledon dove fa sempre bene, Tamira Paszek è risultata una sorta di bye per tutta la stagione passata visto che su erba ha vinto ben la metà di tutti gli incontri portati a casa nello scorso anno solare. Soprattutto ultimamente, l’ungherese sembra incapace di portare a casa un match. Qui a Melbourne il fatto di essere testa di serie la ha salvata da un sorteggio troppo maligno, ma in ogni caso il tabellone poteva riservarle di meglio; infatti trova Stefanie Vogele che l’ha battuta su hard due volte su due. La svizzera si porta dietro dal 2012 un buon 15/8 su cemento e un anno chiuso con un successo dell’ITF di Toyota senza concedere un set. Fino ad oggi ha vinto tre incontri perdendone uno solo con la ben più quotata Marion Bartoli e con uno score lottato (7-5 6-4). Tamira sta ancora aspettando l’appuntamento con la vittoria avendo perso due volte al primo turno in entrambi i tornei disputati in questo gennaio. Inerzia che è dalla parte di Stefanie che, giocando un buon tennis privo di troppi gratuiti, dovrebbe avere la meglio della sua avversaria.

Vesna Dolonc – Olivia Rogowska

Esito: 2 @ 5 + Handicap 2 (5.5 games) @ 1.9

Quota sicuramente esagerata che solo per essere tale merita un tentativo anche nel caso Olivia Rogowska fosse considerata completamente spacciata. Purtroppo, anzi, per fortuna, non è proprio così e questa offerta dei bookmakers dipende secondo noi dalle buone quali disputate da Vesna Dolonc e dall’avvio di 2013 privo di vittorie per l’australiana. Bisogna considerare però diversi fattori: innanzitutto che le due sconfitte pattuite da Olivia sono arrivate a Brisbane con Monica Puig che ha mostrato un tennis solido ed esplosivo allo stesso tempo e al turno successivo è andata a un soffio dall’eliminare la Kerber, e a Sydney con Maria Kirilenko che le è superiore. La Rogowska nel 2012 però ha fatto registrare un saldo davvero positivo su cemento: 40 vittorie conquistate a fronte di 17 sconfitte. I book forse questo l’anno dimenticato e hanno gonfiato la sua quota facendo riferimento solamente a questi primi due tornei della sua stagione. Vesna sta giocando molto bene qui, ma secondo noi può partire al massimo favorita al 60-40 e questa quotazione troppo ampia ci costringe a provare la Rogowska e anche l’handicap a lei abbinatole.

Le nostre giocate sono definitivamente così composte:

DOPPIA

Benneteau – Dimitrov 2 @ 1.58;

Reister – Rufin 1 @ 1.69;

Totale @ 2,67 [Stake 4];

SINGOLA

Stebe – Wawrinka Handicap 1 (6.5 games) @ 1.9 [Stake 4];

SINGOLA

Bolelli – Janowicz Over 38.5 games @ 1.9 [Stake 4];

SINGOLA

Larsson – Jankovic Handicap 1 (5.5 games) @ 1.7 [Stake 5];

SINGOLA

Vogele – Paszek 1 @ 1.65 [Stake 4];

SINGOLA

Dolonc – Rogowska 2 @ 5 [Stake 1.5] + Handicap 2 (5.5 games) @ 1.9 [Stake 6];

Ricordiamo che scommettere è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Le percentuali di vincita variano a seconda dei singoli bookamers, che devono obbligatoriamente esporre i dati come previsto dal Decreto legge 13 settembre 2012, n. 158.



Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, SI SCOMMETTE!”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.