AUSTRALIAN OPEN, STOP ALLE PUBBLICITA’ DI SCOMMESSE DAL 2017

Lo ha confermato il Presidente di Tennis Australia, Steve Healy, preoccupato dai troppi casi di match-fixing dell'ultimo anno. Dall'edizione 2017 saranno presenti anche due investigatori che lavoreranno a stretto contatto con la TIU direttamente sul campo
sabato, 10 Dicembre 2016

TENNIS – Potrà risultare ipocrita, coraggiosa, vile e necessaria allo stesso tempo, ma la decisione degli organizzatori di porre un veto sulla questione lascia poco spazio all’immaginazione. L’Australian Open del 2016, che è stato il primo Slam della storia a farsi sponsorizzare da un bookmaker, rimarrà unico. Lo ha detto Steve Healy, presidente della Federazione australiana, preoccupato dopo l’incredibile quantità di giocatori coinvolti nei casi-scommesse. Dall’edizione 2017 non saranno più esposti i cartelloni della suddetta agenzia a bordo campo, è ufficiale. Della partnership, che rimarrà comunque attiva in qualche modo, si sa ancora ben poco. Cosa rimarrà dell’accordo da 5 milioni di dollari australiani stipulato all’inizio? La questione potrebbe avere ripercussioni non indifferenti anche per quanto riguarda la crescita del prize-money, ma la possibilità di limitare un po’ l’emorragia match-fixing ha coinvolto decisamente di più i federali australiani. Dall’anno prossimo, per la prima volta nella storia, ci saranno due investigatori – ingaggiati per l’occasione – che insieme alla TIU (Tennis Integrity Unit) lavoreranno a stretto contatto per tenere d’occhio tutti i movimenti sospetti direttamente sul posto. Ma non è l’unica contromisura presa da Tennis Australia: negli ultimi mesi sono stati organizzati dei corsi per guidare i giovani tennisti australiani ad una condotta onesta, visto che i tornei più a rischio rimangono  proprio quelli del circuito minore. Non è quindi un caso che, allo stesso tempo, degli agenti anti-corruzione saranno presenti in tutti i tornei organizzati sul suolo australiano a partire dalla prossima stagione.


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, STOP ALLE PUBBLICITA' DI SCOMMESSE DAL 2017”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.