AUSTRALIAN OPEN: TRE AZZURRI SUPERANO IL PRIMO TURNO DI QUALI

Tre vittorie e sette sconfitte per gli italiani nel primo turno di qualificazioni all’Australian Open. Vincono Donati, Giustino e Fabbiano. Delude Vanni, che partiva da testa di serie numero uno

Avvio di Australian Open abbastanza amaro per i colori italiani. Nel corso della caldissima notte di Melbourne, su dieci nostri rappresentanti impegnati nel primo turno del torneo di qualificazione, soltanto in tre sono riusciti a staccare il pass per il penultimo step, nella corsa verso il main draw. A riuscire nell’impresa Matteo Donati, Lorenzo Giustino e Thomas Fabbiano. Vedono svanire invece il sogno di partecipare al primo slam della stagione Luca Vanni, Andrea Arnaboldi, Riccardo Marcora, Federico Gaio, Alessandro Giannessi, Gianluca Naso e  Salvatore Giustino.

Grande rimonta per il ventenne alessandrino Donati, numero 181 del mondo, che conferma la crescita degli ultimi mesi, superando lo sloveno Blaz Rola, più avanti in classifica di 38 posti, con il punteggio di 2-6 6-1 6-4. Match durissimo, giocato in condizioni climatiche estreme, che hanno portato anche allo svenimento di uno dei raccattapalle, come ha raccontato il giocatore italiano al termine dell’incontro. Dopo un inizio complicato, l’azzurro prende in mano il match nel secondo set, mentre nel parziale decisivo è bravo a piazzare la zampata proprio nel rush finale, trovando il break decisivo sul 4 pari. Ora secondo turno giocabile con lo slovacco, numero 249 del mondo, Kovalik.

Successo ancor più prestigioso, e se vogliamo inatteso, quello di Lorenzo Giustino. Il 24enne napoletano, 261° giocatore delle classifiche mondiali, supera in due set la testa di serie numero 6 del tabellone cadetto, lo slovacco Lacko, con il punteggio di 6-4 7-6(7), centrando una delle vittorie più belle della sua intera carriera, che ancora non comprende la partecipazione ad un torneo dello slam. L’azzurro non perde mai la propria battuta nel corso dell’incontro e si esalta nei momenti decisivi dei due parziali. Al secondo turno Giustino affronterà l’indiano Miyeni, numero 168 del ranking Atp.

L’ultimo azzurro, in ordine di tempo, a strappare il pass per il secondo turno è Thomas Fabbiano, anch’egli autore di una buona rimonta contro il bielorusso Ignatik. 5-7 6-3 6-2 il punteggio in favore del giocatore pugliese, che a Melbourne conferma il buon momento di forma, già palesato nell’ottimo torneo disputato a Chennai. Fabbiano regola agilmente l’avversario dopo un primo set perso in volata e ora si prepara ad affrontare un duro test, come il cinese Di Wu.

Passando alle dolenti note della nottata italiana, la delusione più grande arriva sicuramente da Luca Vanni, che da testa di serie numero uno, è uscito di scena contro Daniel Evans, vittorioso con il punteggio di 7-6(5) 6-4. Purtroppo il toscano ha incontrato il giocatore britannico in una giornata favorevole e allora la sconfitta può starci, pur essendo maturata per pochi punti girati male all’italiano. Tra le altre sconfitte azzurre, brucia quella di Marcora, che contro il solido Gombos arriva anche a servire per il match nel secondo set, ma si scioglie sul più bello e cede 6-7(7) 7-5 6-4. Cinque sconfitte in due set, più o meno lottate, per il resto del gruppo azzurro: Arnaboldi (6-2 6-2 da Berrer), Caruso (6-3 7-6 da Harrison), Gaio (6-3 6-4 da Sektic), Naso (7-6 6-4 da Copil) e Giannessi (6-2 7-6 da Kudryatsev).

Nella foto, Matteo Donati, qualificato per il secondo turno del tabellone cadetto


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: TRE AZZURRI SUPERANO IL PRIMO TURNO DI QUALI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.