AUSTRALIAN OPEN: VOCE AI PROTAGONISTI

Le voci dei protagonisti alla vigilia degli Australian Open in partenza stanotte, il primo Slam della stagione
domenica, 15 Gennaio 2017

Tennis. Partono tra poche ore gli Australian Open, l’attesissimo primo Slam stagionale che vedrà nuovament ein campo i protagonisti mancanti per gran parte del 2016, Federer e Nadal. Proprio quest’ultimo, fra gli altri, alla vigilia del primo Major dell’anno ha rilasciato dichiarazioni interessanti.

Posso continuare anche senza vincere uno Slam, dipende se uno è felice o meno, dall’entusiasmo e dalla voglia che si ha per farlo o meno. Federer da quanto tempo è che non ne vince uno?.  Per me fino a quando mi sono infortunato a Parigi, non è stata una sofferenza. Da lì sì, ma tra Indian Wells e Roland Garros ho avuto la sensazione di poter vincere il titolo in ogni torneo”. 

Rafa prosegue parlando del suo momento: “La mia carriera è come è ed è molto positiva. Dire che quel che è fatto è fatto non significa che non voglio migliorarla, chiaro che voglio migliorarla. Fino ad oggi ho fatto molto di più di quello che sognavo a 20, 22, 23 o 25 anni, anche se già a quell’età avevo vinto molto. Ciò però non mi toglie la motivazione di continuare e di pormi obiettivi ambiziosi per il nuovo anno. Proverò di nuovo a vincere uno Slam“.

Atteso alla vittoria a Melbourne dopo 5 finali perse il n.1 del mondo Murray: “Non mi sento per niente diverso dal solito, è il mio primo Major da testa di serie n.1. Sì, più di una volta ci ho pensato al ritiro. Non so dirti quanto ci sia andato vicino ma ne abbiamo parlato molto specialmente nella seconda settimana del torneo. Ovviamente ho molta fiducia dopo la maniera in cui ho concluso la scorsa stagione. Adoro giocare qui, adoro le condizioni di gioco. Ho giocato estremamente bene qui nel corso degli anni, mi è mancato soltanto di superare l’ostacolo finale. Certamente ritengo di essere in discreta posizione di poterci riuscire, penso di avere possibilità di vincere qui. Naturalmente niente è garantito ma sì, perché no? Sto giocando bene, gli allenamenti sono andati bene, mi sento bene. Ci proverò“.

Parla anche Wawrinka, qui vincitore a sorpresa nel 2014 su Nadal, il torneo che gli avrebbe cambiato la vita dando il là ad una nuova fase della carriera: “Ho fatto una buona preparazione invernale e a Brisbane ho cominciato bene. Sono a un buon livello e mi sento entusiasta di giocare il primo match contro Klizan, un giocatore pericoloso. Non penso avrò problemi a giocare contro un mancino. Mi sento in fiducia col rovescio, dipenderà tutto da me. So che nel corso dell’anno potrò fare belle cose se continuerò così.”.

La regina di Parigi, la spagnoloa Muguruza, parla così del debutto Slam di domani: “In tante possiamo vincere il titolo, prevedo più equilibrio rispetto agli altri anni, sarà una lunga battaglia per due settimane. Devo recuperare bene dopo Brisbane, forse ho esagerato nell’impegno in ore in così pochi giorni e non mi sento al 100%“.


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: VOCE AI PROTAGONISTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.