AVANTI DJOKOVIC E FERRER, ORA HAAS E DODIG

TENNIS - Novak Djokovic abbatte Chardy e vola agli ottavi, dove troverà Tommy Haas, vincitore contro Lopez. Avanti anche Ferrer al quinto con Dolgopolov e Del Potro con Zemlja. Sorpresa Dodig, ora serve la conferma.
sabato, 29 Giugno 2013

Londra (Inghilterra). Si completa il tabellone degli ottavi maschili a Wimbledon. Nella giornata dell’eliminazione di Gasquet, non sono da segnalare altre sorprese, eccezion fatta per la “scoperta”, nonostante l’età non più verde, di Ivan Dodig.
Il croato ha sconfitto agevolmente l’olandese Igor Sijsling, arresosi ad un problema fisico dopo aver conquistato soltanto un gioco sui 14 disputati. Tuttavia Dodig, conosciuto e visto all’opera già in Coppa Davis contro l’Italia, sta convincendo gli esperti nel corso di questo torneo, conquistandosi la seconda settimana dei Championships, avendo strappato oggi il biglietto per gli ottavi di finale, nei quali incontrerà David Ferrer, vincitore nella maratona di giornata ai danni dell’estroso ucraino Alexandr Dolgopolov, battuto al quinto set.
Lo spagnolo, pur soffrendo tremendamente il gioco vario di Dolgopolov, ha saputo trovare il modo di “limitare i danni”, faticando, ma uscendo vincitore alla fine. “Dolgo” conquista il primo set al tie-break, dopo aver recuperato un break di svantaggio quando Ferrer si è presentato a servire per il set. Nel secondo accade la stessa cosa, Ferrer serve avanti 5-4, ma si fa riprendere. Ancora break e 6-5, ma l’ucraino non ci sta e va al tie-break per la seconda volta. Stavolta a spuntarla è l’iberico, che porta il parziale dei set sull’1-1.
Dolgopolov ci crede, capisce che, forse, oggi è la giornata giusta e prende il comando del terzo set fin da subito, grazie al break iniziale. Servizio tenuto da entrambi nei giochi successivi, ma a capitolare è ancora una volta lo spagnolo, che cede nuovamente il servizio e va sotto 1-5, per poi perdere 6-2.
Inizia il quarto set e Ferrer, data la sua grande esperienza, capisce che deve cambiare il suo gioco, messo in difficoltà dall’estro dell’ucraino. I risultati si vedono. Il valenciano prende in mano le redini del gioco, Dolgopolov va in confusione ed il risultato è 6-1 a favore dell’iberico. Si va al quinto, ma è solo una formalità per Ferrer, che come al solito denota una resistenza pazzesca. Il suo avversario resiste per due game di servizio, ma poi è costretto a mollare. Finisce 6-2 la partita più lunga di giornata, Ferrer si salva nonostante le difficoltà e vola agli ottavi, dove tuttavia dovrà fare attenzione alla forma strepitosa del croato Dodig.

Tra gli altri match di oggi pomeriggio a Wimbledon, finalmente graziata dal meteo, Novak Djokovic ha distrutto il mal capitato francese Jeremy Chardy. L’equilibrio, se così si può definire, dura sei giochi, giusto il tempo di un piccolo calo al servizio di Chardy, subito sfruttato da Nole che, una volta piazzato il break, si aggiudica il set.
Non c’è già più partita perché trovare Djokovic in fiducia sul centrale di Wimbledon equivale a non avere speranze. Il “cannibale” serbo concede soltanto 4 giochi al francese nei due set successivi, risultando quasi perfetto a rete (18 su 21, 86%), sparando vincenti a destra e sinistra (38 totali contro i soli 18 del suo avversario), ma soprattutto commettendo la miseria di tre errori non forzati, risultando veramente solido da fondo campo.
Anche se il tabellone non è stato finora molto impegnativo, Novak Djokovic si presenta alla seconda settimana del torneo come favorito per la vittoria finale, anche se le difficoltà principali partiranno dagli ottavi. Ad aspettarlo infatti c’è Tommy Haas, che ha sconfitto in giornata lo spagnolo Feliciano Lopez. Ogni aggettivo speso per questo trentacinquenne, che, reduce da decine di infortuni, lotta ancora come un leone e con classe da vendere, è superfluo. A parlare ci pensano i numeri e i risultati. Nonostante l’età, Haas è forse nel momento migliore da una decina di anni a questa parte. Nel match di oggi ha dimostrato come non solo la tecnica sia rimasta intatta, ma anche la mente sia in grande spolvero.
Sotto di un set e in difficoltà su ogni punto, Tommy si affida al suo colpo migliore, il rovescio, per cercare di uscire da una situazione complicata. E ci riesce. Haas, dopo il primo set, rientra in campo con un piglio diverso e i risultati si vedono. Servizio tenuto, break e conferma del break. Il tabellone segna 3-0 e il parziale è ancora più pesante sul 5-1 e servizio. Qui l’unico calo di tensione, contro-break di Lopez, subito contro-breakkato dal tedesco che chiude 6-2.
Terzo set equilibrato, che si trascina fino al 6-5 e servizio Lopez. Qui Haas sfrutta la palla break concessagli dallo spagnolo e in un’ora e 45 minuti si porta avanti 2-1. Nel quarto set, invece, sembra in difficoltà il trentacinquenne teutonico, ma Lopez non riesce a sfruttare le occasioni. Sei palle break non sfruttate dallo spagnolo, che sul 5-4 per il tedesco si trova a servire per rimanere nel match. Come spesso accade, ecco la prima occasione di break per Haas, che, dall’alto della sua classe sopraffina, la sfrutta e vola agli ottavi, nei quali avrà appunto luogo il remake dei quarti di finale del Roland Garros, la “sfida impossibile” contro Novak Djokovic.

Nel frattempo, continua la sua corsa anche Juan Martin Del Potro che sconfigge Grega Zemlja in meno di due ore e si assicura l’approdo agli ottavi di finale, suo risultato lo scorso anno, dove incontrerà il nostro Andreas Seppi, per un incontro che potrebbe rivelarsi più complicato del previsto per il gigante di Tandil. Gli italiani lo sperano.

I risultati di oggi pomeriggio:

Novak Djokovic [1] b. Jeremy Chardy [28] 63 62 62.
Juan Martin Del Potro [8] b. Grega Zemlja 75 76(3) 60.
Tommy Haas [13] b. Feliciano Lopez 46 62 75 64.
Ivan Dodig b. Igor Sijsling 60 61 10 ret.
David Ferrer [4] b. Alexander Dolgopolov [26] 6(6)7 76(2) 26 61 62. 


Nessun Commento per “AVANTI DJOKOVIC E FERRER, ORA HAAS E DODIG”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SEPPI, HAAS E LE IMPRESE (IM?)POSSIBILI TENNIS – Super Monday dedicato agli ottavi di finale a Wimbledon. Fari puntati su Seppi, che cerca il grande risultato contro il poco erbivoro Del Potro. Occhio però anche al sempreverde […]
  • DIMITROV ELIMINATO, FERRER SCALDA IL MOTORINO Tennis. Nel recupero degli incontri di secondo turno interrotti ieri per pioggia esce di scena il 21enne bulgaro, mentre il numero quattro del mondo piega la resistenza del connazionale […]
  • NOLE AVANZA SOTTO LA PIOGGIA, FERRER RIMANDATO A DOMANI TENNIS - Il serbo fruisce del tetto del centrale per portare a casa il match di secondo turno contro Reynolds. Gasquet cede un set a Soeda, ma vola ugualmente al terzo. Raonic, prosegue il […]
  • TROPPO DEL POTRO PER SEPPI, GOOD BYE ITALIA TENNIS – Con l’eliminazione del nostro numero 1, battuto dall’argentino in tre set, finiscono le presenze italiane a Wimbledon. Prosegue il cammino di David Ferrer che supera in quattro […]
  • SEPPI SI ARENA IN SEMIFINALE CONTRO TURBO FERRER TENNIS - Ancora nulla da fare per il numero uno italiano contro l'attuale primatista spagnolo uscito di nuovo vincitore in due set. Sarà lui ad affrontare Wawrinka in finale. A Monaco […]
  • FERRER LASCIA PER STRADA UN SET, NOLE NO TENNIS - Avanti con autorità le teste di serie numero 1 e 4 del seeding. Nole non lascia scampo a Florian Mayer, mentre Ferru concede un set ad Alund. Secondo turno anche per Tomas […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.