BRIANTI, CHE STESA!

Termina negli ottavi la corsa dell'azzurra in Lussemburgo, annientata 6-0 6-1 dalla Azarenka. Fuori anche la Ivanovic. A Mosca avanti le big.
giovedì, 20 Ottobre 2011

Lussemburgo – Nessun miracolo, purtroppo. Come era ampiamente preventivabile, Alberta Brianti non è riuscita a infastidire Viktoria Azarenka che, negli ottavi di finale al Wta di Lussemburgo, ha annichilito l’azzurra con un pesantissimo 6-0 6-1. Con la sua sconfitta, non ci sono più tennisti italiani in tabellone nei tornei Atp e Wta della settimana.

Match a senso unico. La tennista bielorussa, numero 3 del mondo, ha dominato l’azzurra dal primo all’ultimo scambio. Troppa differenza fra le due giocatrici, con l’azzurra che è stata letteralmente sovrastata dalla potenza dei colpi di Vika. Nel primo set Alberta ha ceduto il servizio nel secondo, nel quarto e nel sesto gioco, anche se con il rimpianto di aver sprecato quattro palle break (tre sullo 0-3 e una sullo 0-5). In apertura di secondo set la Brianti teneva il suo primo turno di battuta, ma sarà anche l’ultimo. La Azarenka otteneva il break nel terzo e nel quinto gioco, annullava due palle break sul 4-1 e strappava ancora il servizio all’azzurra nel settimo gioco, chiudendo 6-0 6-1 in appena un’ora e otto minuti di gioco.  Alberta ha vinto solo 8 punti quando la bielorussa ha messo in campo la prima. La Azarenka attende ora nei quarti la ceca Iveta Benesova.

Ivanovic saluta, sorpresa Schoofs. Finisce agli ottavi il cammino di Ana Ivanovic, che ha ricevuto una wild card per il Masters di Bali. La ventiquattrenne serba, numero 5 del tabellone, è stata sconfitta dalla qualificata britannica Anne Keothavong con il punteggio di 6-3 6-2. La Ivanovic ha pagato un rendimento disastroso sulla seconda di servizio (13% di punti). La Keothavong sfiderà nei quarti la sorprendente olandese Bibiane Schoofs (n.199 Wta), che ha regolato Rebecca Marino in rimonta: 1-6 6-1 7-5. Avanzano anche Anastasjia Sevastova (6-2 6-2 alla Halep) e Lucie Hradecka (6-3 6-4 alla Cadantu).

A Mosca avanti le big. Nessuna sorpresa in Russia, dove si sono disputati i restanti ottavi di finale (tre della parte alta e uno della bassa). Approdano ai quarti Dominika Cibulkova (7-6 6-2 alla Zakopalova), Marion Bartoli (6-1 6-1 alla Pervak), Elena Vesnina (6-3 6-4 alla Ivanova) e Svetlana Kuznetsova (7-5 7-5 a Tsvetana Pironkova).


Nessun Commento per “BRIANTI, CHE STESA!”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • VINCI IN FINALE! Roberta Vinci supera per 6-4 6-2 Anne Keothavong e raggiunge la finale nel torneo WTA in Lussemburgo. Ultimo ostacolo prima del terzo titolo WTA sarà Julia Goerges. A Mosca finale Azarenka-Kirilenko
  • KARIN, CHE PECCATO! In Lussemburgo l'azzurra cede alla Niculescu 6-7 7-5 7-6 dopo quasi 4 ore di lotta! La Brianti regola 6-3 1-6 6-3 la Tatishvili. Fuori all'esordio Pavlyuchenkova e Hantuchova. A Mosca esce […]
  • ROBERTA VINCE! Roberta Vinci doma Julia Goerges e si aggiudica il titolo del torneo di Lussemburgo. A Mosca trionfo di Viktoria Azarenka in due set su Maria Kirilenko
  • SCIVOLONE BARTOLI La tennista francese, a Mosca, raccoglie appena tre giochi contro Sofia Arvidsson e saluta la possibilità di rubare a Sam Stosur il ruolo di prima riserva nel Master di Instanbul.Vince la […]
  • WTA TOUR: BENCIC CENTRA LA SEMI A MOSCA E VEDE LE FINALS Con la semifinale raggiunta a Mosca, Bencic è ad una sola vittoria dalla qualificazione per le WTA Finals di Shenzhen
  • VENUS TORNA AL SUCCESSO A Lussemburgo la più esperta delle sorelle Williams supera Monica Niculescu e fa suo il primo titolo da febbraio 2010. Caroline Wozniacki trionfa invece a Mosca, conquistando il secondo […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.