BARAZZUTTI: “FOSSI ANCORA CAPITANO MI AVREBBERO CROCIFISSO”

Le parole dell'ex condottiero azzurro di Coppa Davis dopo l'eliminazione dell'Italia
mercoledì, 1 Dicembre 2021

TENNIS – La delusione per l’eliminazione dalla Davis Cup è ancora forte, soprattutto perché le vittorie contro Stati Uniti e Colombia avevano fatto veramente sognare tutti gli appassionati italiani di tennis. Archiviata la sconfitta con la Croazia però non è mancata qualche frecciatina polemica da parte dell’ex Capitano Corrado Barazzutti, che oltre a criticare le scelte di Filippo Volandri ha gettato un po’ di benzina sul fuoco con una dichiarazione che non lascia spazio a dubbi.

“Fossi stato ancora io il capitano di Coppa Davis – ha dichiarato Barazzutti mi avrebbero crocifisso per la sconfitta con la Croazia”, facendo un chiaro riferimento a quella che è stata la gestione dei giocatori nella sfida di lunedì 28 novembre a Torino. “La scelta del doppio – ha quindi aggiunto – non mi ha trovato d’accordo, perché secondo me era male assortito”, puntando il dito contro la scelta di Volandri di mandare in campo la coppia composta da Fognini e Sinner. va detto che dall’altra parte della rete c’erano i numeri uno del mondo Pavic e Mektic, contro i quali probabilmente chiunque avrebbe trovato delle difficoltà, ma probabilmente tutte queste discussioni nascono dal fatto che la sensazione di tutti era che l’Italia avesse veramente le carte in regola per andare a Madrid. Non a caso anche un altro grande simbolo del tennis italiano come Nicola Pietrangeli si è detto deluso dalla sconfitta degli azzurri, focalizzando di più l’attenzione però sul ko Lorenzo Sonego, dato che il primo match di singolare contro Borna Gojo era ampiamente alla sua portata. Con il senno di poi è più facile affermare che sarebbe stato meglio dare al tennista torinese un po’ di riposo e schierare Fognini, poi però se le cose fossero andate male ugualmente quanto grandi sarebbero state le critiche? La verità probabilmente è che all’Italia è mancato il suo numero uno Matteo Berrettini, la cui presenza avrebbe permesso a Volandri di poter gestire le forze in maniera del tutto differente. Ma ormai la sfida con la Croazia è andata e si può solo guardare avanti sperando che il 2022 possa essere l’anno buono per dare l’assalto all’insalatiera d’argento più importante del mondo.

(Nella foto Corrado Barazzutti – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “BARAZZUTTI: "FOSSI ANCORA CAPITANO MI AVREBBERO CROCIFISSO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.