BARAZZUTTI: “MAI VISTE TANTE CHIAMATE SBAGLIATE”

Il capitano azzurro è soddisfatto per la vittoria ottenuta in doppio dai suoi ragazzi, ma è anche molto arrabbiato per le tante chiamate sballate dei giudici di linea, tutte a favore dei kazaki. "Senza l'occhio di falco sarebbe potuto accadere di tutto"
sabato, 7 Marzo 2015

Astana (Kazakistan). Il sabato di Coppa Davis ha regalato all’Italia di Corrado Barazzutti il fondamentale punto del doppio, che ha portato la nostra squadra avanti 2-1 sul Kazakistan. Fabio Fognini e Simone Bolelli sono riusciti a vincere una partita già di suo molto complicata, ma resa ancor più ostica dal comportamento dei giudici di linea, che soprattutto nel terzo set hanno sbagliato una serie di chiamate, favorendo la coppia Nedovyesov – Golubev. Fortunatamente, dopo aver perso il parziale a dispetto dei sei match point a favori, i nostri alfieri sono riusciti a rimanere in partita, chiudendo 6-4 al quarto set.

In tutta la mia carriera non ho mai visto tanti errori come oggi e tutti a nostro sfavore. Senza l’occhio di falco poteva accadere qualunque cosa”, ha detto in conferenza stampa Corrado Barazzutti, che durante il match è stato anche sanzionato con un warning dal giudice di sedia. “Quel terzo set perso in quel modo così rocambolesco poteva costarci caronon è possibile commettere certi errori su palle chiaramente sulla riga se non addirittura dentro in match così importanti e in momenti così decisivi. Al giudice di sedia ho solo detto che i due giocatori stavano lottando come pazzi e non era ammissibile sbagliare certe chiamate”. Il capitano azzurro però ha riconosciuto anche i grandi meriti di Fabio e Simone, che non si sono fatti distrarre dalle malefatte dei giudici di linea, rimanendo concentrati. “Bravi Fabio e Simone a non perdere calma e lucidità, anche dopo avere sprecato quelle quattro palle break in avvio di quarto set, di cui tre consecutive sul 40-0 con Nedovyesov alla battuta. Sono stati grandi non solo dal punto di vista tecnico ma anche caratteriale, giocando in una situazione ambientale difficilissima e non certo per il pubblico, corretto come nella prima giornata. Hanno confermato di essere una delle coppie più forti del mondo, altrimenti sfide del genere non le vinci, soprattutto in Coppa Davis. Non è un caso che abbiano vinto uno storico titolo agli Australian Open in doppio. Questa è una squadra che ha un grande cuore, lo ha fatto vedere nel 2014 conquistando le semifinali, lo sta ribadendo quest’anno“. , ha concluso Barazzutti.

Molto soddisfatti anche Bolelli e Fognini per il modo in cui hanno gestito i momenti difficili del match. “E’ successo di tutto, siamo stati bravi a restare lucidi nei momenti più delicati”, ha detto Bolelli.  “Si sa, i doppi di Davis sono quasi sempre della battaglie di nervi. Io e Fabio abbiamo dimostrato di essere una grande coppia, ad un certo punto si era messa male”.  Siamo stati più forti di tutto e di tutti nonostante il pessimo arbitraggio con chiamate sempre contro” ha aggiunto Fognini. “Ora siamo 2-1 e in Davis spesso il doppio ha un peso importante”.

Domani il programma si aprirà alle ore 09.00 italiane, con il terzo singolare tra Andreas Seppi e Mikhail Kukushkin, prima dell’eventuale quinto e decisivo match, per il quale Barazzutti potrebbe anche rispolverare Fognini in singolare, visto che Bolelli ha giocato due partite nelle prime due giornate.

Nella foto, Bolelli e Fognini si congratulano tra di loro (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “BARAZZUTTI: "MAI VISTE TANTE CHIAMATE SBAGLIATE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BARAZZUTTI: “RISULTATO BUONO” Il capitano azzurro è soddisfatto dopo la prima giornata ad Astana, nonostante la sconfitta di un Bolelli molto deluso. Raggiante Seppi, dopo la bella vittoria che ci ha permesso di […]
  • DAVIS: BARAZZUTTI SCEGLIE SEPPI E BOLELLI Si è svolta ad Astana la cerimonia di sorteggio del match tra Kazakhstan ed Italia. Aprono la sfida domani alle 7.00 italiane, Simone Bolelli e Mikhail Kukushkin, a seguire Andreas Seppi […]
  • KUKUSHIN BESTIA NERA, IL KAZAKISTAN TROVA IL 2-2 Il numero 58 del mondo, dopo Bolelli, surclassa in tre set anche Seppi, con la sfida che rimane equilibrata, come venerdì, soltanto nel primo parziale. Decisivo a questo punto il quinto […]
  • NEDOVYESOV, DALL’UCRAINA E GLI STATES AL MIRACOLO DAVIS La storia di Aleksandr Nedovyesov, artefice della sconfitta dell'Italia nel weekend di Astana dopo il successo valso il 3-2 su Fabio Fognini
  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • COPPA DAVIS: BARAZZUTTI SCEGLIE I SOLITI QUATTRO Seppi, Fognini, Bolelli e Lorenzi sono i quattro nomi scelti da Barazzutti per la trasferta siberiana contro la Russia. Tarpishev risponde affidandosi a Gabashvili, Donskoy, Kravchuk e Rublev

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.