BARTOLI: “IL VINCITORE DEGLI US OPEN NON SARÀ UN VERO CAMPIONE SLAM”

L’ex tennista francese ritiene che il vincitore degli US Open non potrà essere considerato alla stregua degli altri campioni Slam.
venerdì, 21 Agosto 2020

Tennis. Gli US Open di quest’anno sono destinati a passare alla storia come uno degli Slam più controversi di sempre. Lo stadio più grande del mondo rimarrà senza pubblico, oltre ai rigidi protocolli cui devono sottostare i giocatori per entrare nella bolla di Flushing Meadows.

L’ex campionessa di Wimbledon Marion Bartoli è parsa piuttosto scettica in merito alla decisione di organizzare l’evento, che dovrà fare a meno di due leggende come Roger Federer e Rafael Nadal.

“I giocatori che vinceranno lo US Open in queste circostanze sapranno che non hanno davvero vinto lo US Open” ha spiegato in un articolo pubblicato sul sito ‘Tennis Majors’.

“Tu non puoi veramente dire di aver vinto un Grande Slam quando mancano 20 dei migliori 32 giocatori, per esempio. Sai che è un torneo come un altro e sei felice di averlo vinto.

Sei comunque contento di aver superato tutti gli ostacoli, ma non puoi neanche chiamarlo Grande Slam se così tanti giocatori nemmeno si presentano“ – ha aggiunto.

Bartoli si è soffermata anche sulle critiche a Djokovic: “Djokovic deve migliorare la sua immagine e allo stesso tempo non penso che Federer sia troppo protetto: lui è riuscito a costruirsene una di perfetta.

 Conoscendolo, lui non è per niente lontano da ciò che fa vedere, ma anche lui ha commesso degli errori in carriera.

Ad esempio, di recente è stato fotografato con alcuni fan senza mascherina e le foto sono circolate sui social.

Non penso ci sia differenza di trattamento tra Nole e Roger. Anche Djokovic imparerà dai suoi errori e dalle conseguenze che ne derivano”, dice riferendosi ovviamente al caso Adria Tour.

Concludendo, la francese dice: “Probabilmente Novak  lavorerà per lavorare sulla sua immagine, ma dire che Roger sia intoccabile qualsiasi cosa facci è lontano dal vero“.


Nessun Commento per “BARTOLI: "IL VINCITORE DEGLI US OPEN NON SARÀ UN VERO CAMPIONE SLAM"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.