BARTOLI: “LE DONNE AL MEGLIO DEI CINQUE? SOLO NELLE GRANDI FINALI”

TENNIS – La campionessa di Wimbledon Marion Bartoli non crede che giocare al meglio dei cinque set possa favorire le donne nei Grandi Slam, ma non si oppone all'idea che possa comunque andare bene per le finali.
sabato, 8 Febbraio 2014

Tennis. Marion Bartoli ha, di recente, appeso la racchetta al chiodo, ma questo non ha contribuito ad allontanarla dal mondo del tennis che rimane sempre una delle sue priorità. E non manca mai di dare giudizi e opinioni personali che riguardano la WTA e le colleghe, nemmeno se si tratta di argomenti scottanti.

“Abbiamo già avuto, per molti anni, tante partite ed è sempre stata una lotta, per favore non dateci i cinque set,” ha detto la francese in un’intervista alla BBC. “Una donna semplicemente non può avere le stesse capacità fisiche di un uomo. Non è umanamente possibile, non si può chiedere a una donna di giocare per sei ore. Sto iniziando a commentate adesso le partite dei Grandi Slam e ho visto partite di alcuni uomini durare circa un’ora e 20 minuti o un’ora e 30 minuti, quindi non ditemi che perchè alcune partite delle donne durano 45 minuti siamo pigre. Ci sono alcune partite che durano due o tre ore e mezzo ed è troppo per una donna. Si gioca in tutto il mondo per tutto il tempo e mettere i nostri corpi al limite chiedendo di fare ancora di più e di aggiungere altri due set non ha senso.”

Ma altre atlete del circuito WTA si sono espresse a riguardo. Venus Williams e Angelique Kerber, ad esempio, si sono dette disposte a giocare al meglio dei cinque set nelle partite dei Grandi Slam, mentre Petra Kvitova si è fortemente opposta all’idea. La Bartoli ha detto che il match al meglio dei cinque set, se necessario, dovrebbe essere limitato soltanto alle finali dei Grandi Slam.

“Se vuoi giocare cinque set lo puoi fare per una partita, la finale, sono d’accordo, una donna può farlo per una partita. Puoi resistere per quattro ore o quattro ore e mezzo sul campo, ma la qualità del tennis sarà ugualmente buona giocando per tre ore o quattro ore e mezza? Ne dubito fortemente,” ha ribadito la francese. “Ma se si vuole aggiungere ai match un po’ di dramma e fare qualcosa di speciale sono d’accordo nel fare al meglio dei cinque la finale di un match del Grande Slam, ma farlo per sette partite, no.”


Nessun Commento per “BARTOLI: “LE DONNE AL MEGLIO DEI CINQUE? SOLO NELLE GRANDI FINALI””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • KVITOVA AVANTI, KERBER OK Petra Kvitova avanza, non senza qualche difficoltà, agli Internazionali Bnl d'Italia battendo in tre set la romena Cirstea. La Kerber si aggiudica il derby tedesco contro la Goerges
  • SERENA PESCA RADWANSKA, SHARAPOVA CON AZARENKA TENNIS - A Parigi sono stati sorteggiati i tabelloni della 112esima edizione del Roland Garros: la numero uno del mondo è stata abbinata nella potenziale semifinale alla Radwanska, mentre […]
  • BARTOLI: “IL MIO SEGRETO? UN SONNELLINO PRIMA DEI MATCH” TENNIS – Wimbledon ha le sue finaliste. La francese Marion Bartoli e la tedesca di origini polacche Sabine Lisicki si sfideranno sabato per la corona dei Championships e nel frattempo […]
  • AUSTRALIAN OPEN, IL TABELLONE FEMMINILE È stato estratto il main draw femminile della 101esima edizione dello Slam australiano. Serena Williams è stata sorteggiata nella parte di tabellone presidiata da Victoria Azarenka. […]
  • MARIA SHARAPOVA DOMINA VENUS, OTTIMA KERBER Maria Sharapova domina una spenta Venus Williams. Angelique Kerber supera Madison Keys 6-2 7-6. Fuori Marion Bartoli, avanti Kirsten Flipkens.
  • SERENA: “TRE FINALI SLAM IN UN ANNO? NON MI BASTANO” Serena ritrova in finale Kerber, come in Australia. "Ma qui a Wimbledon sarà diverso" dice la tedesca, "il Centrale è speciale". Vesnina, battuta anche in doppio guarda avanti con fiducia. […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.