BEACH TENNIS E BUSINESS, NIENTE GIOCHI PER LA SHARAPOVA

La 29enne tennista russa Maria Sharapova, squalificata per due anni, si rilassa sulle spiagge della California giocando a beach tennis
giovedì, 4 Agosto 2016

TENNIS – Il tocco è quello “solito”, anche in spiaggia. L’assenza olimpica di Maria Sharapova si farà sentire, ma la squalifica di due anni dovuta all’utilizzo di meldonium lascerà un enorme vuoto all’interno del movimento tennistico femminile. “Masha” però non si è data per sconfitta, e mentre la Corte di arbitrato per lo sport svizzera sta decidendo contro una punizione che la russa ha già definito “ingiustamente dura”, la 29enne ex numero 1 del ranking WTA sta provando a dimenticare la mancata partecipazione a Rio 2016. La Sharapova, a causa del suo “errore enorme” non potrà difendere l’argento conquistato nel torneo olimpico di Londra nel 2012, e non tornerà in campo, a meno di clamorose decisioni, prima del 2018.

Nelle sabbie mobili, però, la russa, che in carriera ha anche trionfato per cinque volte tornei del Grande Slam, non vuole stare, e sta quindi trascorrendo un’estate anomala, lontano dai campi da gioco, ma comunque a contatto diretto con lo sport. Tra relax e mare, la Sharapova ha improvvisato una partita di beach tennis in compagnia di alcuni amici sulla spiaggia di Hermosa Beach in California. E anche se la rete si sposta a pochi metri dal mare, la classe di “Masha” resta sopraffina. Ma per dimenticare il dispiacere della mancata partecipazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, la russa ha anche seguito un corso di business della durata di due settimane presso l’università di Harvard a Boston, e in precedenza si era immersa in una simulazione lavorativa presso l’agenzia pubblicitaria VCCP che ha sede a Londra.

L’obiettivo e l’iter della Sharapova lontano dai campi sembrano avere un fine comune: incrementare la portata dell’azienda di caramelle “Sugarpova”, ricostruendo un’immagine commerciale che era crollata dopo la sospensione delle sponsorizzazioni di Nike Tag Heuer e Porsche.  E se per quanto riguarda il tennis la 29enne dovrà restare a guardare ancora a lungo, il business potrebbe riservarle sorprese e aprirle le porte verso un futuro lontano da racchette e palline.


Nessun Commento per “BEACH TENNIS E BUSINESS, NIENTE GIOCHI PER LA SHARAPOVA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.