BECKER, CUORE INFRANTO: “NON VENDETE I MIEI TROFEI”

Borsi Becker tenta di opporsi alla vendita all'asta dei trofei
lunedì, 25 Giugno 2018

Tennis. Boris Becker non ci sta. Le ha provate tutte per non andare in bancarotta e non dover ridursi a mettere all’asta i propri beni, persino ad appellarsi a una fantomatica immunità diplomatica, poi rivelatasi una bufala. Adesso vedrà quasi certamente i propri beni messi all’asta, tra cui trofei, orologi ed alcuni degli oggetti più cari al tedesco, il cui valore sentimentale sembra superare quello economico, a detta del vincitore di Wimbledon ad appena 17 anni.

La prossima settimana i miei avvocati faranno richiesta di un ordine restrittivo per fermare questa asta: sono legato emotivamente ai trofei e la vendita mi creerebbe un grande dolore. Questi soldi sono nulla rispetto alla somma richiesta“, ha rivelato alla Bild.

Si attendono nuovi sviluppi riguardo quella che è diventata una vera soap opera, con almeno una novità al giorno sulle vicende dell’ex coach di Djokovic.


Nessun Commento per “BECKER, CUORE INFRANTO: "NON VENDETE I MIEI TROFEI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.