BECKER RACCONTA L’INIZIO DELLA COLLABORAZIONE CON DJOKOVIC

Il sei volte campione Slam ha raccontato come è iniziata la sua partnership con Nole, terminata poi sul finire del 2016
sabato, 6 Giugno 2020

Tennis. La collaborazione tra Novak Djokovic e Boris Becker è stata caratterizzata da innumerevoli alti e bassi, fino alla separazione avvenuta alla fine del 2016. In una recente intervista a Eurosport Germania, il tedesco ha ripercorso le tappe del suo rapporto professione con il 17 volte campione Slam.

Novak sarà sempre un caro amico. Abbiamo smesso di lavorare insieme alla fine del 2016 perché voleva una pausa. Poi si sono presentati problemi con il gomito e ha subito un intervento chirurgico nel 2017.

Sono state stagioni intense e di grande successo, ma a volte capita che anche un campione abbia bisogno di qualcosa di diverso.

Devo confessare che nei tornei seguenti, nonostante la fine del rapporto, Djokovic voleva incontrarmi per confrontarci sugli avversari, perciò le porte sono sempre state aperte per lui“ – ha dichiarato Becker.

Il sei volte campione Slam ha poi raccontato l’inizio della loro collaborazione: “Ho incontrato Novak a Montecarlo e abbiamo parlato per 48 ore di tennis. Era reduce dalla perdita della prima posizione mondiale.

Gli ho promesso che mi sarei comportato come mi hanno insegnato: dire sempre la verità.

Gli ho detto che Nadal e Federer hanno modificato il loro gioco e che non mi piaceva la sua posizione sul campo né il suo servizio, per niente.

Lui aveva già vinto molto a livello Slam, ma dopo questa lunga conversazione mi ha fatto capire che non era soddisfatto di se stesso e voleva di più, così ho cercato di sostenerlo“.


Nessun Commento per “BECKER RACCONTA L'INIZIO DELLA COLLABORAZIONE CON DJOKOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.