BERCY, KHACHANOV BATTE DJOKOVIC

Il titolo di Bercy finisce nella bacheca del russo, che batte Nole in due set e si candida fortemente a protagonista nella prossima stagione.

TENNIS – Il finale che non ti aspetti, o forse anche sì. Il titolo di Bercy, tappa su cemento indoor di Parigi e ultima prova del Masters 1000, finisce nelle mani di un sorprendente Karen Khachanov, che nella finale di oggi pomeriggio batte in due set Novak Djokovic. Completamente rovesciati i pronostici della vigilia, il risultato finale recita 7-5 6-4 per quello che, fino a poche ore fa, era il giocatore nettamente sfavorito.

La semifinale con Federer mette Nole alle strette dal punto di vista delle risorse psicofisiche, visto il grosso dispendio di energie nella giornata di ieri. Il russo, invece, è reduce dalla sfida decisamente più agevole contro un Thiem irriconoscibile ed incapace di far valere il maggior tasso tecnico nei confronti dell’avversario.

Comincia la finale e lo spartito sembra proprio quello pronosticato alla vigilia. Khachanov salva in extremis un turno di battuta, ma capitola sul successivo. Djokovic scappa 3-1 e servizio, ma è in questo momento che emerge il carattere del numero 18 del mondo: immediato contro-break e assalto anche sulla risposta successiva, ma stavolta non va a segno. L’occasione è solo rimandata, perché il serbo serve sul 5-5 e concede una sanguinosa palla break, che si rivela sufficiente per mandare Khachanov a servire per il set: 7-5 in 58 minuti.

Il secondo parziale comincia in maniera opposta rispetto al primo. Nole fatica a ripristinare l’inerzia favorevole, il russo ne approfitta per attaccare in risposta. Il terzo game diventa fondamentale nell’economia dell’intero torneo, perché il tennista di Belgrado perde il turno di battuta che vale la finale. Khachanov la spunta alla terza occasione e gestisce in scioltezza anche i servizi successivi, permettendosi anche il lusso di un nuovo tentativo su quello di Djokovic. Sul 4-2, però, il serbo si salva e prolunga le sue speranze di rimonta, ma non può nulla quando il suo avversario va a servire per Bercy. Due match point, il primo è già quello buono: 6-4 in 41 minuti.

Il computo totale dell’ultimo atto dice un’ora e 39 minuti. Khachanov conquista il primo Masters 1000 in carriera e dà una spallata pesantissima all’élite del circuito maschile, irrompendo tra i grandi al fotofinish della stagione 2018. Djokovic, dal canto suo, tornerà numero uno domani mattina, ma lo fa sapendo di aver trovato qualcuno in grado di fermare la sua avanzata, che fino a sabato sembrava inarrestabile da sei mesi.


Nessun Commento per “BERCY, KHACHANOV BATTE DJOKOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.