BERDYCH E YOUZHNY SORRIDONO

A Montpellier seeding rispettato e successo del ceco, a segno con il punteggio di 6-2 4-6 6-3 sul campione uscente Gael Monfils. A Zagabria tutto facile per il russo, vittorioso per 6-2 6-3 su Lukas Lacko
domenica, 5 Febbraio 2012

Montpellier (Francia). È il numero sette del mondo Tomas Berdych, favoritissimo della vigilia, il vincitore dell’edizione 2012 dell’Open Sud de France, torneo Atp 250 che in passato si svolgeva a Lione, ma dal 2010 è stato rilevato dalla città di Montpellier. Nell’atto finale della manifestazione il ceco ha avuto la meglio sul ‘padrone di casa’ e campione uscente Gael Monfils (2), sconfitto con il punteggio di 6-2 4-6 6-3, tornando a vincere un torneo sul veloce al coperto dopo oltre sei anni. Il suo ultimo successo indoor risaliva infatti al 2005 quando, sempre in Francia, sorprese tutti conquistando a soli 20 anni il Masters 1000 di Parigi Bercy. Tredicesima sconfitta in diciassette finali invece per Monfils, che già nel torneo di Doha, a inizio stagione, aveva mancato il successo all’atto finale, arrendendosi al connazionale Jo-Wilfried Tsonga.

Un solo break decide il terzo set. Dopo aver ceduto per 6-3 una frazione d’apertura che l’ha visto soffrire le accelerazioni del rivale, Monfils è riuscito per la prima volta a portarsi in vantaggio strappando il servizio al rivale nel settimo gioco del secondo set, e senza problemi ha pareggiato i conti. Ma nel terzo è stato lui il primo a cedere la battuta (sul 3-4), e Berdych non si è fatto pregare, mettendo fine all’incontro – dopo 2 ore e 5 minuti di gioco – nel suo successivo turno di battuta. Quello odierno si tratta per lui del settimo titolo in carriera, il primo nella parte iniziale della stagione. In passato, infatti, Berdych non era mai riuscito nemmeno ad arrivare in finale prima di aprile, ragion per cui la vittoria odierna guadagna ancora più importanza.

Zagabria, a Youzhny bastano 69 minuti. Molto meno combattuta invece la finale dell’altro torneo europeo della settimana, l’Atp 250 di Zagabria. Sul veloce indoor croato la terza testa di serie Mikhail Youzhny non ha avuto problemi contro lo slovacco Lukas Lacko, fermando all’ultimo atto il suo splendido torneo. Il russo, che oggi è riuscito nuovamente a esprimere il suo miglior tennis, si è imposto per 6-2 6-3 senza concedere alcuna palla-break, ed è così tornato al successo nel circuito dopo oltre un anno di astinenza (Kuala Lumpur 2010). Per il ventinovenne moscovita si tratta dell’ottavo successo a livello Atp, il settimo sul veloce.


Nessun Commento per “BERDYCH E YOUZHNY SORRIDONO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MONFILS-BERDYCH PER IL TITOLO Sarà fra il campione uscente Gael Monfils, e la prima testa di serie Tomas Berdych, la finale della seconda edizione dell’Atp 250 di Montpellier. A Zagabria opposti all’ultimo atto Youzhny […]
  • TRIS DI BERRER, LACKO SU HAASE A Zagabria Berrer raggiunge le semifinali per il terzo anno consecutivo grazie al successo su Melzer. Lacko sorprende Haase. Avanti i favoriti a Montpellier. A Vina del Mar Berlocq, Chela […]
  • ATP 250, SCATTA L’ORA DI RAFA NADAL Start a Montpellier, Zagabria e Viña del Mar dove freme l'attesa per il ritorno in campo del maiorchino. Andreas Seppi testa di serie numero 2 in Croazia
  • IL SOGNO CONTINUA Andreas Haider-Maurer supera anche Michael Berrer e domani, nella prima finale ATP della carriera, sfiderà Jurgen Melzer. In Francia finale Monfils-Ljubicic, in Russia Youzhny-Kukushkin
  • KUKUSHKIN SE LA RIDE Il kazako s'impone in due set su Mikhail Youzhny e centra, a San Pietroburgo, il primo titolo ATP della carriera. A Vienna a segno Melzer, a Montpellier successo di Monfils
  • SIMON ELIMINA CIPOLLA A Montpellier Cipolla si ferma al secondo round, eliminato dal tennista di casa Gilles Simon per 6-3 6-2. A Zagabria termina anche la corsa di Andreas Seppi, superato da Jurgen Melzer con […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.