BERNARD TOMIC REINTEGRATO PER LA DAVIS

Bernard Tomic tornerà in Coppa Davis in occasione delle semifinali contro la Gran Bretagna. E' questa la decisione della Federazione che, dopo lo spavento contro il Kazakistan, ha deciso per il reintegro.
martedì, 21 Luglio 2015

TENNIS – I massimi dirigenti della Federazione di Tennis Australiana intendono ricucire il rapporto con Bernard Tomic, talento cristallino ma dal caratterino piuttosto particolare. Il numero uno aussie, 27 nel ranking mondiale, ha saltato in maniera punitiva il quarto di finale che i ‘canguri’ hanno giocato e vinto (col brivido) contro il Kazakistan.

Tomic, però, nelle ultime settimane si è reso protagonista suo malgrado dell’arresto con rilascio in quel di Miami, un episodio, l’ennesimo, che ha fatto infuriare i piani alti del tennis australiano che, però, hanno un disperato bisogno di certezze dopo il mezzo miracolo dell’eterno Lleyton Hewitt bravo nel mascherare i disastri di Kokkinakis prima e Kyrgios poi.

Steve Healy, presidente della Federazione, ha dichiarato poche ore fa di voler mettere una pietra sopra l’accaduto di Wimbledon (critiche di Tomic nemmeno poi tanto celate a Rafter) reintegrando in questo modo il giovane nato a Stoccarda per i delicatissimi e storici match contro la Gran Bretagna in semifinale (si giocherà a Glasgow).

“Vogliamo offrire a Bernard l’opportunità di sanare questi dissapori nati qualche mese fa, in modo da lasciarci tutto alle spalle e pensare al bene della nazione in questo particolare e delicato momento sportivo”, ha detto Healy in una conferenza a Canberra.

“Pensiamo che le sue critiche non siano giustificate. Noi abbiamo fatto la nostra scelta nel fare a meno di lui contro il Kazakistan ma adesso la lezione è stata recepita. Abbiamo bisogno dell’apporto di tutti per battere la Gran Bretagna e assicurarci la finale”.

“Penso che la cosa più importante da capire è che ha avuto tutto il sostegno del pubblico australiano e noi, di riflesso, gli concediamo l’opportunità di tornare a respirare l’aria fantastica che solo le sfide in Davis sanno regalare. Il nostro, nei suoi confronti, è semplicemente un bentornato”.

Certo, un Tomic al massimo della concentrazione e con una buona tenuta fisica potrebbe risolvere molti problemi visti contro il Kazakistan. Vincere 3-2 contro Mikhail Kukushkin e soci ha ‘spaventato’ evidentemente la Federazione che, ed era lecito, si sarebbe aspettata molto di più da Kokkinakis e Kyrgios, apparsi completamente spaesati e fallosi. Le semifinali torneranno a giocarsi in quel di Glasgow (niente Queen’s) tra il 18 ed il 20 settembre. I 28 volte campioni cercheranno di regalare questa gioia al Pese che manca dal 2003.

Dopo le parole del Presidente, però, c’è da capire quale sarà la decisione o per meglio dire la reazione di Pat Rafter al ritorno in squadra di Tomic. Già, perchè l’ex campione australiano aveva annunciato solo un mese fa di voler ‘tagliare’ i finanziamenti sia a lui che alla sorella di Bernard, che al momento gioca per lo più tornei di seconda fascia ITF (salvo qualche ottima apparizione nelle quali Wta pochi giorni fa). Questi ‘tagli’ sarebbero stati attuati a causa del comportamento ‘non cooperativo’ di John, il padre dei fratelli Tomic, da sempre personaggio scomodo e controverso.

Tomic dopo l’episodio di Miami è adesso Bogotà, in Colombia, e si prepara a difendere il titolo vinto lo scorso anno proprio in Sud America contro Ivo Karlovic.


Nessun Commento per “BERNARD TOMIC REINTEGRATO PER LA DAVIS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.