BERRETTINI E SONEGO VEDONO IL BICCHIERE MEZZO PIENO

Berrettini e Sonego hanno provato a vedere il bicchiere mezzo pieno dopo l’eliminazione a Cincinnati
venerdì, 20 Agosto 2021

Tennis. Il plotone azzurro impegnato nel Masters 1000 di Cincinnati ha visto esaurirsi in fretta tutte le sue cartucce.

Dopo Jannik Sinner e Fabio Fognini, anche Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego sono stati costretti alla resa negli ottavi.

Devo ancora avere un po’ più di continuità con il servizio – ha detto Sonego dopo la partita contro Stefanos Tsitsipas – perché in certi momenti ho servito con meno energia e con meno percentuali.

Purtroppo il secondo set è girato male all’inizio, quando ho sbagliato un diritto sulla palla break dello 0-40 e poi ho preso il break subito dopo con due diritti lunghi di poco.

Queste partite si giocano su pochi punti, e si è visto che lui ha più continuità di me, ha più esperienza di partite a questo livello, e credo che tra qualche anno anch’io potrò esprimere questo gioco”.

Visibilmente più amareggiato Berrettini, che si è espresso ben al di sotto delle sue possibilità contro Auger-Aliassime.

Il numero 1 d’Italia dovrà usare i dieci giorni che ancora mancano allo US Open per tornare al 100% della forma.

Le mie armi non hanno funzionato al meglio, soprattutto il diritto, ma è normale quando non si gioca da un po’ di tempo e quando si ritrova una superficie sulla quale non si giocava da tempo – ha spiegato Berrettini dopo il match – poi mentalmente non sono entrato con il giusto atteggiamento. Felix ha sicuramente meritato la vittoria, si va avanti e si pensa al prossimo torneo. 

Ho preferito giocare con la fasciatura alla gamba perché mi sono reso conto di stare inconsciamente proteggendo l’area, causando quindi un superlavoro per le altre zone.

Spero di poter giocare lo US Open senza la fasciatura, mi aiuterebbe parecchio anche dal punto di vista mentale.

Ovviamente non sono nella migliore forma di quest’anno ma per fortuna ci sono ancora 10 giorni nei quali posso ancora lavorare per prepararmi al meglio.

Non avevo giocato punti prima di arrivare qui, per cui credo che sfrutterò ogni giorno da qui allo US Open per stare in campo il più possibile”.


Nessun Commento per “BERRETTINI E SONEGO VEDONO IL BICCHIERE MEZZO PIENO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.