BERRETTINI: “IO E RUBLEV SIAMO ENTRAMBI MIGLIORATI TANTO”

Il tennista romano ha ammesso che sia lui che Rublev sono migliorati davvero tanto negli ultimi dodici mesi
domenica, 6 Settembre 2020

Tennis. Matteo Berrettini ha staccato il pass per gli ottavi di finale dello US Open senza perdere mai il servizio. La testa di serie numero 6 ha gestito benissimo quei pochissimi momenti di difficoltà che la partita con Casper Ruud gli ha presentato.

Quello è stato un punto importante della partita. Il match sarebbe un pochino cambiato se avessi subito il break, anche se non troppo, perché mi sentivo in fiducia e sentivo di essere il miglior giocatore in campo.

Però è stato importante annullare le palle break perché nel game successivo capita spesso di avere la chance di breakkare, come infatti è successo” – ha spiegato il romano ai giornalisti italiani.

Il prossimo ostacolo sarà Andrey Rublev: “Sarà un rematch, anche se le condizioni sono diverse, anche perché ora siamo due giocatori diversi noi. Siamo migliorati entrambi, molto. Lui ha iniziato l’anno benissimo, ha vinto due tornei consecutivi.

Sarà molto dura, ha armi molto importanti, serve bene, diritto e rovescio sono straordinari, si muove bene, sa giocare su tutte le superfici.

È già arrivato una volta nei quarti di finale qui. Sarà dura anche perché ci conosciamo molto bene”.

Salvatore Caruso non ha potuto fare molto contro un ispirato Rublev. “Non so cosa avrei potuto fare di diverso, ma so che lui ha giocato una grande partita. 

Sono contento di averlo affrontato in queste condizioni perché si impara sempre qualcosa.

Nel secondo set sono quasi riuscito ad aprire una breccia, ma lui ha sempre servito bene. Per essere così mingherlinotira e serve sempre molto veloce“ – ha dichiarato il tennista di Avola.


Nessun Commento per “BERRETTINI: "IO E RUBLEV SIAMO ENTRAMBI MIGLIORATI TANTO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.