BERRETTINI: “LA SVOLTA? IL PRIMO TITOLO A GSTAAD NEL 2018”

Il giovane romano, che ha appena raggiunto la semifinale agli US Open, ha ricordato il primo titolo vinto a Gstaad lo scorso anno
mercoledì, 18 Settembre 2019

Tennis. Grazie alla semifinale raggiunta agli US Open qualche settimana fa, Matteo Berrettini è entrato nei cuori dei tifosi azzurri grazie anche al suo atteggiamento gentile e spontaneo fuori dal campo.

Il giovane romano occupa attualmente la 13ma piazza del ranking mondiale e vorrebbe provare a giocarsi fino all’ultimo le sue chance di qualificazione alle ATP Finals di Londra.

Il pupillo di Vincenzo Santopadre avrà bisogno di un ottimo finale di stagione per poter cullare questo sogno, già a partire dal torneo di San Pietroburgo che lo vedrà protagonista questa settimana.

Ricordo una settimana indimenticabile – ha raccontato Matteo al sito dell’ATP ricordando il suo primo titolo – ci arrivai da numero 84 del ranking e senza il mio allenatore (Vincenzo Santopadre, ndr) che si era preso una settimana di vacanza

In doppio non avevo mai vinto prima di allora a questi livelli e ci siamo ritrovati a sollevare il trofeo. In singolare ho battuto tre teste di serie come Rublev, Feliciano e Bautista Agut in finale. C’erano tanti italiani in tribuna ed è stata davvero una bella sensazione

Solo dopo qualche settimana ho realizzato la portata di quei giorni, in cui per la prima volta ho capito di potermela giocare alla pari con i migliori del mondo. È una consapevolezza importante da raggiungere per un giovane nel pieno percorso di crescita.


Nessun Commento per “BERRETTINI: "LA SVOLTA? IL PRIMO TITOLO A GSTAAD NEL 2018"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.