BERRETTINI: “LE MIE ARMI NON HANNO FUNZIONATO, BRAVO RUBLEV”

Il numero 1 d’Italia ha ammesso che le sue armi non hanno funzionato come avrebbero dovuto nel suo match con Rublev
martedì, 8 Settembre 2020

Tennis. Matteo Berrettini non è riuscito a superare l’ostacolo Andrey Rublev uscendo di scena agli ottavi dello US Open. Dopo un buonissimo primo set, il numero 1 d’Italia ha subito la rimonta del russo, che si è preso la rivincita capovolgendo l’esito dello scorso anno.

“Alla fine del primo set i rapporti di forza sui colpi fondamentali del tennis maschile, il servizio e la risposta, sono cambiati: in sostanza lui ha cominciato a giocarli meglio e io ho cominciato a giocarli peggio. 

Non mi sentivo molto pimpante durante la partita, anche adesso un po’ mi gira la testa, credo sia stata la tensione, ma non mi piace attaccarmi a queste cose“ – ha dichiarato Matteo ai giornalisti italiani.

“Purtroppo le mie armi non hanno funzionato abbastanza bene, mentre le sue hanno funzionato meglio: non sono riuscito ad ottenere abbastanza punti diretti con il servizio e con il diritto. 

Lui ha giocato meglio di me oggi, mi sento di dirgli bravo, e per quel che mi riguarda bisogna imparare da partite come questa e continuare a crescere“.

Nei quarti ci sarà il derby russo tra Daniil Medvedev e Andrey Rublev. “Non ci sono molte somiglianze tra noi sul piano tattico – ha spiegato Medvedev -, io tendo a preferire il gioco di contrattacco, attendendo le mosse dell’avversario per sfruttare le sue vulnerabilità.

Andrey è diverso, cerca di dettare il gioco con i suoi colpi senza pensare a chi ha di fronte

Ci siamo sempre però stimolati l’uno con l’altro sin da quando eravamo Juniores, condividendo a vicenda il dispiacere per le sconfitte e la gioia per i successi

Il suo gioco è comunque migliorato molto nell’ultimo anno, credo possa raggiungere la top 10 e sarei molto felice per lui”.


Nessun Commento per “BERRETTINI: "LE MIE ARMI NON HANNO FUNZIONATO, BRAVO RUBLEV"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.