BERRETTINI SI CARICA IN VISTA DEGLI US OPEN 2021

Il tennista romano ha analizzato con lucidità il suo stato di forma in vista degli US Open 2021
lunedì, 30 Agosto 2021

Tennis. Matteo Berrettini arriva con tanta fiducia agli US Open 2021, pur non avendo giocato molto dopo la finale raggiunta a Wimbledon.

Intervistato dal ‘Corriere della Sera’, il romano ha analizzato con grande lucidità il suo stato di forma in vista dell’ultimo Slam stagionale.

“A Wimbledon arrivavo con tante partite nelle gambe, prima sulla terra di Parigi poi sull’erba del Queen’s. Qui a New York rientro da un infortunio, una lesione al quadricipite, ho bisogno di giocare, di stare in campo il più possibile.

Il livello di consapevolezza dei miei mezzi raggiunto a Wimbledon non si perde, è ancora lì bello scolpito dentro di me.

Sono un finalista Slam, punto. Poi c’è la sicurezza che si costruisce match dopo match: quello è un cantiere sempre aperto” – ha spiegato il tennista azzurro.

Matteo è stato interrogato anche sul GOAT: “I numeri dicono che [Djokovic] probabilmente lo è già. Ma al di là dei record, che a me interessano poco, ci sono le emozioni. Di certo Nole è lassù, tra i grandissimi.

Io non ho mai nascosto di tifare per Federer: lo facevo da ragazzino, lo faccio oggi. Ma il bello di Djokovic, Federer e Nadal è che sono diversissimi, hanno qualità enormi tra cui si fa fatica a scegliere. 

È ovvio che stiamo assistendo al tramonto di Roger per limiti di età, ma godiamoci questi tre campioni straordinari finché ci sono”.

Berrettini ha espresso la sua opinione anche sul vaccino: “Io sto dalla parte della medicina di cui mi fido. Non mi nascondo: sono vaccinato. 

Non mi piace parlare degli altri ma il vaccino è di sicuro la scelta giusta per me. Io poi sto sempre attento: mascherina, distanziamento, gel per le mani. Così mi sento sicuro”.


Nessun Commento per “BERRETTINI SI CARICA IN VISTA DEGLI US OPEN 2021”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.