BERRETTINI VOLA IN SEMIFINALE A SOFIA

Il tennista azzurro ha superato in rimonta Fernando Verdasco e adesso per un posto nella finalissima se la vedrà con l'ungherese Marton Fucsovics

TENNIS – Dopo la prima vittoria ottenuta in Coppa Davis, con la quale settimana scorsa ha aiutato l’Italia a superare il turno preliminare contro l’India, Matteo Berrettini sta continuando a giocare un tennis di alto livello al torneo Atp di Sofia. Sul cemento della capitale bulgara infatti, l’azzurro quest’oggi ha battuto anche Fernando Verdasco e la qualificazione alle semifinali è diventata realtà.

Berrettini arrivava dalla bella affermazione di ieri contro un avversario di notevole spessore come Karen Khachanov, e oggi ha confermato il suo buon momento superando lo spagnolo, anche stavolta in rimonta (4-6 7-5 6-4 il punteggio finale in suo favore) al termine di un incontro in cui ha dimostrato di essere in crescita anche e soprattutto a livello mentale. Sotto di un set, Berrettini non ha perso la concentrazione, anzi, ha giocato in maniera intelligente riuscendo a migliorare le percentuali di prime di servizio e alla lunga, invece di subire la potenza del dritto del suo avversario contro il suo rovescio bimane, è stato lui ad imporre la sua maggiore aggressività, a dimostrazione del fatto che pur essendo ancora molto giovane la testa da giocatore c’è e si vede. Con questo successo naturalmente Berrettini ritoccherà ancora una volta il suo best ranking (attualmente è numero 53 del mondo ma con l’approdo alle semifinali di Sofia è già sicuro di guadagnare sette posizioni) e alla sua seconda semifinale Atp della carriera, dove lo aspetta l’ungherese Marton Fucsovics (che ha approfittato del ritiro di Roberto Bautista Agut) proverà a fare un altro passo in avanti verso la finalissima.

Di certo le vittorie su Khachanov e Verdasco rappresentano già degli ottimi risultati per il tennista azzurro classe 1996, ma arrivati a questo punto l’obiettivo è quello di proseguire ancora questa bella cavalcata, anche perché in caso di approdo in finale Berrettini si porterebbe ad un passo dalla Top 40. Adesso quindi per l’azzurro c’è solamente da recuperare le energie spese oggi, ma con la consapevolezza di aver confermato tutte le qualità che aveva già lasciato intravedere nel corso del 2018, e i miglioramenti mostrati con il rovescio oltre a quelli legati alla capacità di capire in quale modo poter fare male al proprio avversario, devono essere un punto di partenza per riuscire a crescere ancora e diventare un giocatore capace di stare stabilmente nella “fetta” importante del ranking Atp.

(Nella foto Matteo Berrettini – www.zimbio.com)

 

 

 


Nessun Commento per “BERRETTINI VOLA IN SEMIFINALE A SOFIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Gennaio 2019

  • Nole è sempre Nole. Djokovic chiude l'anno da n.1 per la quarta volta rimontando addirittura dalla posizione n.22 che occupava a metà del 2017, l'ennesima prova di carattere, volontà e talento del serbo.
  • Zverev apre una breccia. A chiudere in bellezza il 2018 è stato il giovane tedesco col trionfo al Masters, e ora la domanda nasce spontanea: il 2019 sarà l'anno dell'atteso ricambio generazionale in campo Atp?
  • Anno nuovo Davis nuova. Ormai ci siamo, è tempo di rivoluzione in ambito Davis. Si riparte con la nuova formula, ma le polemiche non si placano.