‘BIG 4’ TROPPO CONSISTENTI PER TUTTI

Novak Djokovic, Rafael Nadal, Roger Federer e Andy Murray stanno dominando il tennis nell'ultimo periodo, dimostrando una netta superiorità sugli altri. E' di questa opinione anche Tomas Berdych
domenica, 4 Marzo 2012

Quattro giocatori hanno dominato la scena tennistica delle ultime stagioni, lasciando pochissimo spazio a tutti gli altri, e portando a casa tutti i titoli più prestigiosi delle ultime annate: Novak Djokovic, Rafael Nadal, Roger Federer e Andy Murray.

I cosiddetti ‘Big 4’ dominano ormai da diverso tempo nel circuito Atp. Nel 2011 si sono spartiti tutti i nove appuntamenti Masters 1000, più i quattro tornei dello Slam e le Atp World Tour Finals, dimostrando una continuità ed una consistenza davvero incredibile. In questo avvio di 2012 la situazione non sembra essere cambiata di molto, con l’Australian Open che ha portato proprio i fantastici quattro all’ennesima semifinale Slam (nel 2011 era successo lo stesso al Roland Garros e agli U.S. Open, con le uniche “intrusioni” di David Ferrer all’Australian Open e di Jo-Wilfried Tsonga a Wimbledon).

Sembra essersi reso conto di questa situazione anche Tomas Berdych, che ha rivelato come i primi quattro giocatori del ranking Atp siano di un altro livello rispetto a tutti gli altri: “Sono semplicemente molto forti, e sono stati capaci di mantenere un livello altissimo per tanti anni. E’ ciò che rende speciali questi quattro ragazzi.”

Federer, Murray e Djokovic hanno appena raggiunto le semifinali del torneo Atp 500 di Dubai, mentre Nadal ha saltato l’appuntamento in vista degli imminenti eventi di Indian Wells e Miami. La tendenza è stata quindi confermata ancora una volta, e sono sempre loro quattro, o, in ogni caso, chi tra i quattro decide di mettersi in gioco, a dominare in lungo e in largo.

Novak Djokovic ha iniziato la stagione con il successo nel Major australiano, in cui ha superato prima Murray e poi Nadal, entrambi per 7-5 al quinto set, ed ha subito a Dubai la prima sconfitta stagionale ad opera di Murray, per un totale di 10 vittorie e 1 sconfitta.

Rafael Nadal è stato sconfitto in semifinale a Doha da Gael Monfils, prima di conquistare la finale e di essere sconfitto all’Australian Open da Djokovic, dopo aver battuto Federer in 4 set in semifinale. Non ha partecipato alla sfida di Davis contro il Kazakistan, in cui comunque la Spagna ha conquistato un agevole successo.

Roger Federer è partito con la semifinale a Doha, torneo in cui ha dato forfait prima di scendere in campo nel penultimo atto che avrebbe dovuto giocare contro Jo-Wilfried Tsonga, ed ha proseguito con la semifinale in Australia (sconfitto da Nadal) e con i successi nei ‘500’ di Rotterdam e di Dubai, battendo nelle due finali prima Juan Martin del Potro, poi Murray.

Andy Murray ha invece vinto a Brisbane in avvio di stagione, è stato semifinalista all’Australian Open e finalista a Dubai, torneo in cui ha superato il numero 1 del mondo Novak Djokovic per 6-2 7-5.

In pratica l’unica sconfitta di uno dei Big 4 ad opera di un giocatore posizionato dal 5° posto del ranking in poi, è stata quella di Nadal contro Monfils a Doha in apertura di stagione. Per il resto, quando almeno uno dei quattro ha partecipato ad un torneo, lo ha vinto o e stato sconfitto da uno degli altri 3. I numeri parlano chiaro, tra i primi quattro ed il resto c’è una differenza abbastanza netta.


4 Commenti per “'BIG 4' TROPPO CONSISTENTI PER TUTTI”


  1. Romeo Paoli ha detto:

    io sono pienamente daccordo con l’analisi di Marco , è uno scrittore brillantissimo e competentissimo, dovrebbero metterlo a lavorare per Sky…

    Complimenti per il lavoro svolto da Tennis.it e sopratutto complimenti vivissimi a Marco Di Nardo che mi fa emozionare ed eccitare leggendo quello che scrive.

  2. furaskin ha detto:

    E’ ovviamente vero ciò che dice Berdych e va aggiunto che Nadal a 25 anni ha già vinto 10 tornei del grande slam..Potrebbe vincerne altri 7 e superare Federer. Tutti e 4 potrebbero restare al top x altri 5/6 anni.

  3. rudy ha detto:

    non abbastanza ,netta ed basta

  4. rudy ha detto:

    non abasanza ,netta ed basta


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ATP FINALS, CACCIA AI MEMORABILIA Sport e beneficenza all'O2 Arena: in palio racchette, scarpe e altri effetti personali dei protagonisti delle Finals per aiutare 'Save The Children'
  • LE PAGELLE DI WIMBLEDON 2013 Tennis - L'edizione maschile2013 di Wimbledon si chiude con il trionfo di Andy Murray. Andiamo ad analizzare le prestazioni dei big.
  • DJOKOVIC ANCORA NUMERO 1 Prendendo in esame tutti gli scontri diretti tra i primi 10 giocatori del mondo a fine anno, è ancora Djokovic il numero uno, con 23 vittorie a fronte di sole 4 sconfitte. Analizziamo […]
  • IL TENNIS DOPO I “FAB FOUR” La cosiddetta “Golden Era” del tennis non durerà certo per l’eternità. Proviamo a fare qualche congettura su ciò che potrà accadere dopo l’uscita di scena dei “Fab Four”.
  • RANKING ATP, I CAMBIAMENTI… IN PERIFERIA Immutata la top 10, più in là guadagna una posizione Monfils. Tra gli italiani avanza Bolelli
  • RITRATTI D’AUTORE Come è consuetudine, alla vigilia delle Atp Finals gli otto "maestri" posano per un servizio fotografico d'eccezione. Ecco il risultato di quest'anno

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.