BLAKE ALLA MARATONA DI NY, AZARENKA LO ASPETTA AL TRAGUARDO

L'ex tennista americano si cimenta nella corsa della Grande Mela. A fine gara, Vika Azarenka lo attende al traguardo dopo l'annuncio già fatto sui social network
martedì, 3 Novembre 2015

TENNIS – La racchetta è appesa al chiodo, ma la voglia di sport non è certamente esaurita. James Blake continua a mettersi in gioco anche fuori dai campi da tennis, come dimostra la sua partecipazione alla Maratona di New York. L’ex tennista americano, dopo l’estenuante gara, ha trovato una sorpresa al termine del circuito.

Ad accoglierlo al traguardo, c’era Victoria Azarenka. La tennista bielorussa, nelle settimane precedenti alla nota manifestazione podistica della Grande Mela, aveva annunciato via social network che avrebbe portato una bevanda dissetante all’ormai ex collega statunitense, una volta resa nota la sua partecipazione alla maratona. Vika, dunque, si è aggregata alla famiglia di James e ha contribuito al rifornimento dopo una sfida durissima.

Blake, nonostante non sia più in attività, ha dimostrato di essere ancora in ottima forma. Meno di quattro ore per percorrere il circuito newyorkese, un crono di tutto rispetto per un trentacinquenne che ha deciso di intraprendere nuove sfide sportive dopo quelle del circuito ATP.

Le impressioni al termine della maratona sono legate a doppio filo con la precedente carriera: “C’è differenza tra la Maratona di New York e gli US Open – spiega l’americano – soprattutto per una questione di tifo collettivo o individuale, ma sicuramente sono due forti emozioni. Ricorderò a lungo quest’esperienza“.

Al momento, la concentrazione di Blake verte sulla sua associazione benefica che raccoglie fondi per la lotta contro il cancro. Proprio l’evento sportivo di New York è stato il volano pubblicitario per la sua fondazione: una causa nobile, ma anche un modo per rimanere in attività anche dopo una carriera ricca di soddisfazioni.


Nessun Commento per “BLAKE ALLA MARATONA DI NY, AZARENKA LO ASPETTA AL TRAGUARDO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.