BOLELLI: “PRONTO PER IL 2017”

L'azzurro è ancora alle prese con i postumi dell'infortunio, che l'hanno costretto a chiudere in anticipo la stagione. Lo rivedremo nel 2017
sabato, 27 Agosto 2016

TENNIS – Se il 2016 non può certamente dirsi l’anno di Simone Bolelli, la stagione 2017 dovrà necessariamente far registrare un’inversione di tendenza. La sfortuna l’ha perseguitato fin da aprile, con l’infortunio di Marrakech che ne ha compromesso la stabilità del ginocchio sinistro per tutto il resto dell’annata. Poi è arrivata l’ufficialità, poco prima dell’intervento chirurgico: arrivederci all’anno prossimo, con la speranza di ottenere una mano tesa dalla buona sorte e scacciare tutte le insidie che hanno caratterizzato i mesi da aprile in poi.

Nonostante il morale ovviamente basso ed un ranking che lo segue a ruota, con la discesa fuori dai primi 200 del mondo, il bolognese non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca e guarda avanti con ottimismo: “Inutile piangersi addosso e pensare a ciò che sarebbe potuto essere ed invece non è stato. L’obiettivo, in questo momento, è riprendersi più velocemente possibile e risalire la classifica in tempi altrettanto brevi“. Sarà dura, ma non impossibile: “Non esistono trucchi o segreti – spiega a Federtennisma soltanto pazienza e duro lavoro“.

La presenza al Trofeo Tennis FIT Kinder+Sport 2016 è un’occasione per ritrovare parte dell’entusiasmo perduto. Bolelli è sereno: “Essere a contatto con tanti ragazzi ed aspiranti giocatori è sempre un’esperienza da vivere al massimo. Mi hanno trasmesso calore ed entusiasmo, che si sono aggiunti ad una serenità che avevo già acquisito con il passare delle settimane. È un’altra occasione per riprendere confidenza con la racchetta: ho cominciato a giocare da fermo, senza forzare, e tra qualche settimana riprenderò la preparazione con una maggiore sicurezza. Fa parte della riabilitazione e non voglio accelerare i tempi, per poi ritrovarmi punto e a capo. Ormai il 2016 è andato, ma guardo con fiducia al 2017 e spero di riprendere dalle stesse soddisfazioni che avevo accumulato prima dell’infortunio“.

C’è un rimpianto? Nessun mistero: “La sfida di Davis con l’Argentina – ammette Bolelliperchè avrei voluto dare un contributo concreto alla causa. In carriera abbiamo poche occasioni per vestire la maglia della Nazionale, dare forfait quando già da mesi avevi messo nel mirino l’evento è davvero una mazzata. Adesso, ripeto, non è opportuno guardare al passato, ma devo pensare solo a costruirmi nuove opportunità all’interno del circuito“.

Lo spirito di Simone Bolelli, dunque, è l’incentivo a dare il massimo per recuperare la miglior condizione dopo la riabilitazione ed affrontare il nuovo anno con ancora più determinazione. Mentre si avvicinano i 31 anni, la consapevolezza di avere ancora poche chances da giocarsi al meglio comincia a farsi sentire.


Nessun Commento per “BOLELLI: "PRONTO PER IL 2017"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.