BRACCIALI E STARACE IL 23 DAL TRIBUNALE FIT

Caos scommesse. Fissata per venerdì prossimo l'udienza per discutere sull'eventuale sospensione dei due giocatori
venerdì, 16 Gennaio 2015

TENNIS – Lo scorso ottobre l’apertura dell’inchiesta da parte della Procura di Cremona. Lo scandalo scommesse che investiva come un uragano anche il tennis dopo le oramai arcinote vicende legate al calcio. Da tempo si è mossa anche la giustizia sportiva e ora i primi nodi verranno forse al pettine.  Il presidente del Tribunale Federale della Fit ha fissato infatti per venerdì 23 gennaio prossimo, alle 16, l’udienza per discutere la richiesta di sospensione cautelare da ogni attività avanzata lo scorso 9 gennaio dalla Procura Federale a carico di Daniele Bracciali e Potito Starace, proprio nell’ambito dell’inchiesta avviata a ottobre dopo la pubblicazione di notizie di stampa che ipotizzavano il coinvolgimento dei due nell’organizzazione di incontri truccati al fine di procurare illeciti guadagni tramite scommesse.

Dopo averne informato il procuratore generale del Coni, Generale Enrico Cataldi – si legge in una nota della Federtennis – il procuratore federale della Fit Filippo Bonomonte e il procuratore aggiunto Guido Cipriani hanno richiesto il provvedimento in seguito a quanto emerso dalla lettura degli atti processuali dell’indagine penale condotta a Cremona dal pm Roberto Di Martino, ricevuti a fine dicembre tramite la Procura del Coni.

Tutto ciò mentre lo stesso Di Martino sta rispettando i tempi previsti. Presto dovrebbe infatti depositare il 415 bis, ossia l'”Avviso all’indagato della conclusione delle indagini preliminari”, come viene definito dalla giurisprudenza italiana. Se così fosse, le prime richieste di rinvio a giudizio dovrebbero arrivare in estate. I tennisti sono stati ascoltati a dicembre. Proprio in merito alle dichiarazioni di Bracciali, Di Martino aveva detto all’Associated Press: “Ha ammesso alcune cose, ne ha negate altre”. Ma il 23, come detto, toccherà alla giustizia sportiva.

“Potito è ovviamente turbato – dice stamani al ‘Corriere dello Sport’ il manager del giocatore campano, Corrado Tschabusnig – ma ha la coscienza pulita, non ha nulla da confessare e l’ha detto ai magistrati. E io lo so bene perché vedo i suoi conti. Bracciali? Si parla di chat, nelle quali mi sembrava impaurito. Starace si tiene lontano da lui, non vorrei comunque che si facesse giustizia con i sentito dire”.


Nessun Commento per “BRACCIALI E STARACE IL 23 DAL TRIBUNALE FIT”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • CAOS SCOMMESSE, LA FIT SCENDE IN CAMPO La federazione chiede gli atti a Cremona e attiva la Procura del Coni. Binaghi: "Se le intercettazioni venissero confermate si tratterebbe di illeciti gravissimi anche se, a differenza del […]
  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • BRACCIALI-STARACE: C’E’ LA RADIAZIONE Lo ha deciso il Tribunale Federale. Binaghi: "Ci auguriamo che nei prossimi gradi di giudizio i due possano dimostrare la propria innocenza. Ma, in caso contrario, la Fit non resterà immobile"
  • CAOS SCOMMESSE, LA FIT SOSPENDE STARACE E BRACCIALI Per i due giocatori la federtennis ha scelto uno stop di 40 giorni
  • TENNIS SCOMMESSE, TUTTO IL MONDO PARLA DI NOI. PURTROPPO Il caos di queste ore visto con gli occhi dei giornali di tutto il mondo. Ovunque si parla di corruzione, mentre "L'Equipe" rilancia: "Kollerer, Savic e Kumantsov sono stati squalificati a vita"
  • SCOMMESSE: TENNISTI INTERCETTATI, ECCO COME Le indagini su Bracciali e Starace fanno crollare il mito dell’inviolabilità di Skype; non si salva nemmeno WhatsApp. Vi spieghiamo come funzionano le intercettazioni

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.