BUCAREST, ERRANI KO IN FINALE

Il titolo della manifestazione rumena sfugge all'ultimo ostacolo, Sarita cede in due set alla Schmiedlova e deve accontentarsi del secondo gradino del podio. A Bastad la Larsson è profeta in patria
domenica, 19 Luglio 2015

TENNIS – Si ferma ad un passo dal successo, nonostante i favori del pronostico, l’avventura azzurra nella settimana del circuito femminile. Mentre a Bastad il pubblico esulta per la vittoria della sua beniamina, a Bucarest il vessillo italiano deve fare i conti con una sconfitta all’ultimo atto, inattesa per gerarchie e tasso tecnico mostrato negli ultimi sette giorni.

La Romania, dunque, smette di sorridere a Sara Errani, che nella finale di oggi pomeriggio cede lo scettro di regina ad Anna Karolina Schmiedlova. La giocatrice slovacca si impone nel match contro la bolognese con il punteggio di 76 63: decisivo, sul piano del risultato e della condizione mentale, il tie-break del primo set concluso 7-3. Occasione persa per Sarita, che in entrambi i parziali si complica la vita, riesce a recuperare il gap e infine si lascia sfuggire di mano il trofeo nel momento in cui serviva il cambio di passo. Il ko nella finale di Bucarest ribalta l’esito di quella di Rio, al termine della quale fu l’italiana a trionfare.

In Svezia, invece, arriva il primo successo in WTA per la padrona di casa Larsson. Ultimo atto che mette di fronte la beniamina del pubblico di Bastad e la campionessa uscente Mona Barthel, favorita per la vittoria. Il risultato che matura nel pomeriggio scandinavo è identico a quello di Bucarest, ma con i set invertiti: finisce 63 76 per Johanna, che nel tie-break del secondo set la spunta 7-2 e si regala la prima corona della sua carriera nel circuito femminile. In entrambi i tornei, quindi, è la testa di serie numero 7 a sollevare il titolo.

Domani si ricomincia con una nuova settimana e un nuovo aggiornamento del ranking femminile. Manifestazioni da tenere sotto la lente di ingrandimento sono quelle di Istanbul e Bad Gastein, che ospiteranno nuovamente le protagoniste della racchetta rosa.


Nessun Commento per “BUCAREST, ERRANI KO IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA, ERRANI IN FINALE A BUCAREST La bolognese vola all'ultimo atto del torneo rumeno, dopo la rimonta ai danni della Niculescu nella semifinale di oggi. In finale troverà la Schmiedlova. A Bastad finale Larsson-Barthel
  • WTA: SUPER PLISKOVA SFIDERA’ LA HALEP, SEMI PER ERRANI A RIO Tutti i risultati di giornata per i due tornei WTA della settimana, il WTA International di Rio de Janeiro ed il WTA Premier di Dubai
  • BASTAD, FINALE SIEGEMUND-SINIAKOVA Niente da fare per le speranze svedesi: la Siniakova elimina la Larsson e affronterà la Siegemund, che batte la Goerges nel derby tedesco
  • WTA, ERRANI OK A BUCAREST La bolognese supera agevolmente il primo step del torneo rumeno, battuta in due set la turca Buyukakcay. A Bastad va avanti Samantha Stosur, mentre le italiane si fermano nel tabellone di […]
  • WTA: ERRANI E VINCI AVANTI, RULLO SERENA Le due azzurre proseguono le rispettive corse a Bucarest, superate in due set Peer e Babos. La Williams non si ferma un attimo e continua a macinare vittorie a Bastad: sconfitta la Bonaventure
  • BUCAREST, ERRANI IN SCIOLTEZZA Nessun problema per la bolognese, numero uno del tabellone, che supera in due comodi set la Tatishvili. Adesso la sfida contro la Niculescu. Bastad, ancora in corsa una padrona di casa

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.