BUON COMPLEANNO CHRIS EVERT, ETERNA “FIDANZATA D’AMERICA”

L'ex campionessa statunitense soffia sulle sue prime 61 candeline
lunedì, 21 Dicembre 2015

TENNIS – “Arriva un momento, durante il match, in cui senti che non c’è niente di più importante che vincere il prossimo punto”. E’ in questo modo che ha sempre risposto Chris Evert ogni volte che le è stato domandato come facesse a far affiorare in campo quel “killer istinct” e quella freddezza che le hanno permesso di dominare il tennis femminile in lungo e in largo e di non sbagliare praticamente mai nei momenti più importanti.

E oggi che soffia su 61 candeline, mantenendo peraltro una forma invidiabile che sfoggia in tantissime occasioni a cominciare naturalmente dagli Us Open, la campionessa statunitense che ha scritto pagine leggendarie di questo sport merita un augurio speciale. Anche perché non sono soltanto i 18 titoli del Grande Slam che ha saputo mettere nella sua personale bacheca a renderla straordinaria, ma anche la sua incredibile capacità di umiliare le sue avversarie con il sorriso, di stravincere quasi in punta di piedi, dimostrando una passione per il gioco che ha avuto pochi eguali.

Ovviamente a rendere tutto ancora più eccezionale è stata la sua fantastica rivalità con Martina Navratilova (le due si sono sfidate addirittura 80 volte), ed è proprio grazie a questa continua “battaglia” con la sua amica-nemica che la “fidanzata d’America” è stata capace di ottenere tutti i successi portati a casa durante i suoi 20 anni di carriera. “Se non ci fosse stata Martina – ha sempre affermato Chris Evert – probabilmente all’età di 30 anni avrei lasciato il tennis giocato. Invece la determinazione a duellare con lei mi ha spinto ad andare avanti e a migliorare costantemente, perché con una avversaria del genere o sei al massimo o non hai possibilità”.

E senza dubbio è stata proprio questa voglia, e questa determinazione a farle vincere 125 partite consecutive sulla terra battuta (dal 1973 al 1979) e a vincere addirittura 1.304 dei 1.448 match complessivi disputati in carriera, mettendo a referto la più alta percentuale di vittorie della storia del tennis professionistico, sia maschile che femminile. Non è un caso quindi se la campionessa statunitense è riuscita a vincere ben 154 tornei, e a vincere almeno un torneo del Grande Slam ogni anno per 13 stagioni consecutive, oltre a rimanere la numero uno del mondo del ranking mondiale dal 1974 al 1978 e nel bienni0 1980-1981.

Il tutto grazie alla sua incredibile concentrazione, alla sua notevole intelligenza tattica e alla determinazione con cui affrontava ogni partita, guadagnandosi (a ragione) l’appellativo di “signora di ghiaccio”: Chris Evert infatti dava sempre l’impressione di avere tutto sotto controllo, e visti gli straordinari risultati che è riuscita a conquistare, avrà per sempre un posto speciale tra le leggende del tennis mondiale.

Nella foto Chris Evert (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “BUON COMPLEANNO CHRIS EVERT, ETERNA "FIDANZATA D'AMERICA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • AUGURI CHRIS EVERT, 62 ANNI DA LEGGENDA Il 21 dicembre 1954 nasceva una delle tenniste più forti e vincenti del panorama femminile. Chris Evert spegne 62 candeline
  • WTA, DOVE PORTA IL RANKING DI FINE ANNO? Tutti a caccia della Halep, dalle big alle rising stars. La WTA si conferma un mondo precario, il 2019 si prepara ad altre mille sfaccettature.
  • AUGURI TRECY AUSTIN, CAMPIONESSA SFORTUNATA Tanti auguri a Trecy Austin, la due volte campionessa Us Open che a soli 21 anni ha dovuto dire addio al grande tennis. Una carriera in rampa di lancio, quella dell'americana, bloccata dai […]
  • RANKING WTA, 250 VOLTE SERENA Quarta striscia record di settimane in vetta alla classifica femminile, la Williams dà ulteriore conferma del suo strapotere nel circuito. Kvitova ed Errani tra i movimenti del lunedì
  • CAROLINE WOZNIACKI, 27 ANNI E UN SOGNO CHIAMATO SLAM La tennista danese soffia su 27 candeline e spera ancora di poter conquistare un giorno quel titolo 'Major' che manca alla sua personale bacheca
  • HELEN WILLS MOODY. 110 ANNI DALLA NASCITA Una delle più grandi campionesse di tutti della storia. A suo tempo, una della prime icone del tennis femminile, punto di riferimento per tutte le generazioni a lei successive. E non solo in campo.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.