BUON COMPLEANNO “DIVINA” LEA PERICOLI

Una vita splendida quella della bandiera del tennis femminile italiano. Per lei una serie importante di vittorie in Italia e buoni risultati anche all’estero. Poi una seconda era di successi come giornalista, conduttrice tv e scrittrice. Infine i riconoscimenti internazionali da parte della ITF.
sabato, 22 Marzo 2014

Tennis – Buon compleanno a Lea Pericoli, bandiera del tennis nazionale e personalità autorevole del panorama tennistico mondiale, oggi volto femminile per eccellenza degli Internazionali d’Italia, scrittrice e giornalista sempre “a tutto campo”. Ma prima di tutto donna forte e tenace.

Una carriera splendida quella della signora del tennis italiano. Ventisette titoli italiani vinti, fra i quali dieci in singolare, undici in doppio e sei nel doppio misto. Neanche Nicola Pietrangeli ha saputo fare meglio di lei in Italia. Poi 264 presenze in nazionale e 30 in Federation Cup. Importante anche il palmarès internazionale, pur senza acuti. Le sue migliori performance le trova a Wimbledon negli anni 1965, 1967, 1970 raggiungendo gli ottavi di finale. Risultato raggiunto per quattro volte anche al Roland Garros  nel 1955,  nel 1960, nel 1964 e nel 1971. Ma a Parigi Lea disputa anche una semifinale nel torneo di doppio.

Ai risultati dignitosissimi negli slam aggiunte 5 trionfi a Montecarlo 2 in singolo e 3 in doppio. E poi i success nei tornei del Cairo, Casablanca, Beirut, Istanbul, Atene, Baastad, Mosca, Lugano. Giocatrice di grande spessore tattico e soprattutto fisico, basa il suo gioco sulla resistenza e sulla tenuta atletica e queste qualità la portano a importanti affermazioni contro le protagoniste del tennis della sua epoca. Le sue vittorie più importanti le porta a casa contro le vincitrici di Slam Shirley Bloomer, Karen Susman, Ann Haydon, Françoise Durr e Billie Jean King.

Splendidi anche i risultati in coppia con Silvana Lazzarino. Cinque finali al Foro Italico e la semifinale del Roland Garros. Poi l’affermazione nel campionato di doppio per nazioni con 5 vittorie in totale di cui 3 consecutive. Alla base di questi risultati c’è sicuramente la mentalità forte e molto tenace di Lea Pericoli. Il suo gioco difensivo e combattivo e il suo perfetto lob sono armi affilate da usare in campo.

Alla carriera tennistica si unisce e poi si sostituisce la carriera in tv. Prima “la Divina” viene iscritta a sua insaputa alle selezioni di Miss Italia vincendo il titolo di Miss Cinema Cortina pur rifiutando di partecipare alla finale del concorso di bellezza. Poi lo stilista Ted Tinling ne fa la sua musa ispiratrice per una serie di capi di abbigliamento che oggi sono custoditi nel museo di Wimbledon.

Infine la carriera da giornalista. Indro Montanelli la vuole nella redazione de Il Giornale nel 1974. Lea Pericoli diventa cronista e commentatrice tv divenendo anche la prima telecronista donna della storia della tv italiana. Lavora per Telemontecarlo, per La7 e per la tv svizzera conducendo programmi di varietà e moda. Vince persino un telegatto con “Carta bianca”, programma radiofonico condotto con Gianni Rianni Rivera e Nicola Pietrangeli.

Altri riconoscimenti importanti li ottiene per la sua attività di scrittrice. Nel 1976 esce “Questa bellissima vita” che ottiene il secondo premio al Bancarella Sport. Il 2007 è l’anno di “C’era una volta il tennis” dedicato alla carriera di Nicola Pietrangeli, che vince il premio Gianni Brera ottenendo anche un riconoscimento speciale a Pontremoli, città del premio Bancarella. Infine, nel 2009 Lea Pericoli pubblica “Maldafrica”, una raccolta di ricordi di un tempo che non c’è più.

Nella sua vita Lea Pericoli trova spazio anche per fare da testimonial alla ricerca sul cancro. Nel 1973, ancora in attività viene colpita da un carcinoma, riesce a sconfiggerlo per poi tornare sul trono del tennis italiano a sei mesi dall’operazione. Umberto Veronesi la vuole come testimonial della ricerca per la forza dimostrata in quell’occasione. Poi nell’estate del 2012 esce ancora una volta a con la determinazione di sempre da un tumore al seno.

Chi non ha mai letto di Lea Petrilli, comunque, l’avrà già notata come maestra di cerimonie al Foro Italico, come volto femminile dell’organizzazione. Il suo successo però non si ferma qui. Lea Pericoli è dal 2004 Ambasciatrice del tennis femminile e nel 2007 vince anche il premio “Service to the game” concesso dall’Itf per la prima volta a una donna per i successi nel mondo del tennis, della tv, del giornalismo. Ma nella sua bacheca trova spazio anche per l’Award of Excellence della federazione internazionale accordatole per il significativo contributo dato al successo della Fed Cup. Infine nel 2011 vince il premio giornalistico Bruno Raschi, prima volta per una donna.

E allora, divina Lea, appuntamento con gli Internazionali d’Italia 2014. E buon compleanno. 


Nessun Commento per “BUON COMPLEANNO “DIVINA” LEA PERICOLI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NICOLA PIETRANGELI. NON SI VIVE DI SOLO TENNIS L’icona vivente del tennis e dello sport italiano è nata a Tunisi 82 anni fa. Nick ha saputo vestire i panni del player-entertainer in un epoca in cui lo sport e l’intrattenimento erano […]
  • AUGURI A LEA “DIVINA” PERICOLI L’ex tennista compie oggi 77 anni. Ripercorriamo insieme le tappe della vita e della carriera della straordinaria campionessa, ora stimata e apprezzata scrittrice
  • ITALIA-GRAN BRETAGNA, LA CLASSICA PERDUTA Le due nazionali non si affrontano in Coppa Davis da trent’anni, ma tra il 1922 e il 1984 si sono affrontate per quindici volte. L’Italia è in vantaggio negli scontri diretti per 11-4 e ha […]
  • LA BELLISSIMA VITA DI LEA PERICOLI Auguri alla signora del tennis italiano, Lea Pericoli. Gli inizi in Africa, i 27 titoli italiani, l'amicizia con Nicola Pietrangeli e quei pizzi che hanno cambiato la storia.
  • SUZANNE LENGLEN, L’ETERNA DIVINA Nel 113° anniversario della sua nascita, Suzanne Lenglen rappresenta ancora adesso un simbolo unico per il tennis mondiale. Pioniera del cambiamiento, la "Divina" fu la prima a stravolgere […]
  • AUGURI LEA PERICOLI, “LA” TENNISTA ITALIANA Compie 82 anni Lea Pericoli, ex tennista, conduttrice televisiva, giornalista e scrittrice italiana che negli anni '50 ha saputo conquistare 27 titoli.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.