AUGURI GILLES SIMON, 31 ANNI E UN SOGNO CHIAMATO MASTERS 1000

Il giocatore transalpino festeggia il compleanno con l'obiettivo di vivere un 2016 molto più soddisfacente rispetto alla stagione da poco conclusa
domenica, 27 Dicembre 2015

TENNIS – L’acuto sperato, nella stagione 2015, non è arrivato, ma anche se quel primo titolo in un torneo Masters 1000 (sfiorato nel 2014 nella finale di Shanghai persa contro Federer) non si è materializzato, Gilles Simon può soffiare sulle sue prime 31 candeline comunque con il sorriso.

Del resto in una stagione in cui Novak Djokovic ha lasciato veramente le briciole ai suoi avversari, era praticamente impossibile riuscire a centrare quell’obiettivo che il francese si era posto all’inizio del 2015, anche perché quella andata in archivio è stata una stagione non proprio straordinaria per il 31enne di Nizza. Oltre al titolo del torneo di Marsiglia infatti, Simon ha raggiunto gli ottavi di finale al Roland Garros (battuto dal futuro campione Stan Wawrinka) e i quarti a Wimbledon (eliminato in tre set da Federer), poi non è stato in grado di centrare altri risultati degni di nota (a parte le semifinali di Rotterdam e del Queens). Ma a metà settembre (seppure per un breve periodo) il francese è riuscito comunque a rientrare nella Top Ten del ranking mondiale, chiudendo poi l’anno alla posizione numero 15.

L’obiettivo principale del 2016 quindi è quello di ritrovare lo stato di forma che gli aveva permesso nel 2014 di mettere in difficoltà anche i “Fab Four”, visto che, non avendo particolari “picchi” di eccellenza né al servizio né riguardo alla potenza dei colpi da fondo campo, deve necessariamente puntare sulla regolarità, sul ritmo e su quella tenacia che rappresenta veramente il vero “X factor” del suo gioco. A questo poi sa aggiungere una intelligenza tattica notevole, e i con suoi colpi cadenzati e calibrati alla perfezione è riuscito in più di una occasione a mandare fuori giri anche avversari molto più quotati.

Grazie al suo timing perfetto sulla palla infatti, è in grado di anticipare molto i colpi, e il suo essere sempre così composto e lineare lo rende un avversario tutt’altro che semplice da superare, tanto che tutti i giocatori del circuito sanno che quando dall’altra parte della rete c’è lui, il match sarà sicuramente molto duro e combattuto, specialmente a livello mentale. Simon stesso ha sempre dichiarato che odia sbagliare, non a caso ha fatto proprio della continuità di gioco una delle sue armi migliori, e anche se non sarà facile ripercorre i fasti di alcuni anni fa, quando riuscì a raggiungere la posizione numero 6 del ranking mondiale, anche nella prossima stagione sarà un avversario difficile da affrontare, e magari riuscirà a coronare il suo sogno di vincere un grande torneo, magari un Masters 1000 come aveva sperato di fare nel 2015. Nel giorno del suo compleanno è il migliore augurio che possa ricevere.

Nella foto Gilles Simon (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “AUGURI GILLES SIMON, 31 ANNI E UN SOGNO CHIAMATO MASTERS 1000”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.