BUON COMPLEANNO ICEBORG

Bjorn Borg, vincitore di sei Roland Garros e cinque Wimbledon, compie 59 anni. Famosa la sua rivalità con John McEnroe definita dalla stampa “Fuoco e Ghiaccio”
sabato, 6 Giugno 2015

Tennis – Se fosse un personaggio dei fumetti sarebbe l’uomo ghiaccio. Parliamo di Bjon Borg, che oggi compie 59 anni. Come il famoso supereroe anche il tennista svedese aveva la capacità di “gelare” gli avversari mettendo in campo grande solidità fisica e mentale, riuscendo sempre a controllarsi per evitare proteste con arbitri e giudici di linea.

La storia d’amore tra il giovane di Södertälje e questo sport ha un prologo comune a tanti altri racconti: tutto è iniziato infatti quando il papà ha deciso di regalargli una racchetta. Da quel momento il giovane Borg l’ha utilizzata per sbaragliare i suoi avversari e ad arrivare a soli 15 anni a rappresentare la Svezia in Coppa Davis. Pochi mesi dopo ha vinto il singolare maschile junior del torneo di Wimbledon, dimostrando grande familiarità con l’erba britannica sin da piccolo. Ma la sua vera passione è sempre stata la terra rossa. L’ex numero uno del mondo è infatti il secondo tennista, dopo Rafael Nadal, ad aver vinto più trofei (6) del Roland Garros. Ma il suo primo titolo sul mattone tritato l’ha conquistato a Roma, nel 1974, battendo proprio il nostro Adriano Panatta.

Come tutti i supereroi che si rispettino anche IceBorg aveva il suo acerrimo nemico dal carattere completamente opposto. Si parla ovviamente di rivalità sportiva, ma quella con John McEnroe è stata una vera e propria guerra. L’americano col suo atteggiamento ribelle e incline agli scatti d’ira impersonava perfettamente il ruolo di nemesi dello gelido scandinavo. Tanto che la stampa ha definito la loro rivalità “Fire and Ice”, ovvero Fuoco e Ghiaccio. Nel corso della loro carriera si sono affrontati ben 14 volte in un arco di soli 4 anni, con 7 vittorie per parte. Un pareggio quindi, anche se il conto delle vittorie nei tornei del Grande Slam vede McEnroe in vantaggio per 3 incontri a 1.

Lo svedese si è sempre distinto per aver saputo adattare al tennis su erba il suo gioco da fondocampo, che sembrava precludergli un ruolo da protagonista sul verde. E invece proprio Borg detiene il record di cinque successi consecutivi a Wimbledon (primato eguagliato solamente, quasi trent’anni dopo, da Roger Federer con la vittoria nelle edizioni 2003-2007). I suoi successi inoltre hanno acquistato maggior valore e considerazione poiché ottenuti in un contesto tennistico più volte chiamato dagli appassionati l’età d’oro, che vide affermarsi altri campioni leggendari. Infatti oltre McEnroe, anche Jimmy Connors è stato un acerrimo rivale dello scandinavo. I due si sono scontrati per due anni di seguito in finale a Wimbledon e in entrambi i casi l’americano è stato sconfitto.

Nonostante Borg abbia interrotto prematuramente la carriera a 26 anni nel 1982 per mancanza di stimoli, è riuscito a lasciare un segno indelebile nel mondo del tennis. Il suo stile, meno spettacolare e più fisico, è stato di ispirazione per molti, ma a differenza dei suoi successori, con le sue cinque consecutive affermazioni sull’erba di Wimbledon e le quattro finali all’US Open, lo svedese ha dimostrato di saper giocare al top su tutte le superfici.


Nessun Commento per “BUON COMPLEANNO ICEBORG”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.