BUON COMPLEANNO LI NA

La tennista cinese più forte di tutti i tempi compie 32 anni. Una carriera di grande prestigio e una personalità tra le più interessanti e forse tormentate del circuito. Lei il tennis non lo ama, ma non può farne a meno. Ed è in questa battaglia interiore che si innestano i suoi grandi trionfi.
mercoledì, 26 Febbraio 2014

Tennis – Li Na sta diventando grande e oggi compie trentadue anni. La tennista cinese più forte della storia festeggia il compleanno con in tasca l’Australian Open 2014 e una popolarità che nel suo paese così come in tutto il circuito Wta non accenna a venir meno. E festeggiare il compleanno anche da numero 2 del mondo, dietro solo al mostro Serena Williams, non fa altro che rendere il personaggio Li Na sempre più importante nel panorama tennistico mondiale e non solo cinese.

La carriera della tennista originaria di Wuhan comincia a livello professionistico nel 1999 e la porta nel 2000 al numero 136 del mondo. Tuttavia, l 2002 in poi di Li Na si perdono le tracce. Nel 2004 compete a ottimo livello nel circuito ITF conquistando una wild card per il Wta di Pechino. In estate fa bella figura allo Us Open, dove perde da Svetlana Kuznetsova che poi vincerà lo slam. Da quel momento, la cinese sarà presenza costante nei tornei Wta.

Il 2006 non è un anno facile. Gli unici risultati positivi Li Na li trova a Wimbledon, dove raggiunge per la prima volta i quarti di finale in uno slam e a Flushing Meadows, dove perde al quarto turno da Mary Pierce (6-4, 0-6, 0-6). Queste buone prestazioni, unite a risultati dignitosi a inizio 2007, la portano nei pressi della top 10, al numero 16 del ranking Wta. Tuttavia, anche il 2007 si chiude senza acuti.

Nel 2008, finalmente, arriva la vittoria nel torneo della Gold Coast. Li Na batte in finale Victoria Azarenka con il punteggio di 4-6, 6-3, 6-4. Poi, tra infortuni e momenti non certo esaltanti dal punto di vista del gioco, arriva alle Olimpiadi di casa, a Pechino. La medaglia non arriva neanche in questa occasione. Arriva un amaro quarto posto nel torneo a cinque cerchi che sa molto di beffa.

Nelle due stagioni seguenti Li Na ottiene un solo successo sull’erba di Birmingham nel 2010, battendo in finale Maria Sharapova

Il 2011 si apre bene con la vittoria del torneo di Sydney dove in finale batte Kim Clijsters per 6-5, 6-1. La rivincita si gioca nello scenario del Melbourne Park, direttamente nel primo slam della stagione. Qui, purtroppo per Li Na, la Clijsters tira fuori il meglio del suo repertorio rimontando il set di svantaggio e vincendo lo slam australiano. Ma per Na Li questo diventa un altro momento di crescita e a giugno arriva la seconda finale slam al Roland Garros. Questa volta le gambe non tremano e non basta il fatto di giocare contro la campionessa uscente del torneo Francesca Schiavone per fermare l’onda d’urto cinese. Li Na vince il primo slam della carriera e aggiunge al fatto di essere stata la prima cinese a raggiungere una finale slam (in Australia) il record di prima cinese a vincere un major di tennis. 

Anche il 2012 comincia con la vittoria nel torneo di Sydney. Poi, al quarto turno dell’Australian Open si consuma l’ennesimo duello contro Kim Clijsters. Questa volta è la belga a passare il turno e a mettere fine alle ambizioni di doppietta di Li Na (4-6, 7-6, 6-4). Una partita dai grossi rimpianti per la tennista cinese che non riesce a sfruttare 4 match point nel tie break del secondo set. Arrivano poi quattro quarti di finale, a Indian Wells, Miami, Stoccarda e Madrid e la finale degli Internazionali d’Italia dove Li Na perde da Maria Sharapova dopo un’interruzione per pioggia e dopo aver condotto 6-4, 4-0 e non sfruttato un match point sul 6-5 del terzo parziale.

Al Roland Garros, dove difende il titolo, la cinese non riesce ad andare oltre il quarto turno, ma vive un’ottima estate americana con la finale nella Rogers Cup e la vittoria a Cincinnati che le vale il sesto titolo in carriera. Ma lo Us Open non va nella direzione sperata. Na Li perde al terzo turno così come nel seguente torneo di Tokyo. Arriva poi la semifinale nel China Open di Pechino e la qualificazione al Wta Championship di Istanbul, dove però la tennista di Wuhan non riesce ad approdare in semifinale.

Il 2013 comincia bene con il settimo titolo in carriera nel torneo di Shenzhen, in casa e con le semifinali raggiunte prima a Sydney, dove perde da Victoria Azarenka e poi a Melbourne, dove la bielorussa e una condizione fisica non perfetta le impediscono di vincere il suo secondo slam. A marzo perde ai quarti di finale di Miami contro Serena Williams e a Stoccarda Maria Sharapova le impedisce di vincere l’ottavo titolo in carriera. Le premesse di una stagione sulla terra ricca di soddisfazioni non vengono rispettate. A Madrid perde al primo turno, a Roma non va oltre il terzo e al Roland Garros perde al secondo atto. Arrivano poi i quarti di finale a Wimbledon che le permettono di eguagliare il suo miglior risultato in carriera all’All England Club. Nell’estate americana Na Li raggiunge la semifinale a Toronto e Cincinnati venendo battuta rispettivamente da Sorana Cirstea e Serena Williams. La cinese, come numero 5 del seeding, giunge anche alla semifinale dello Us Open, dove è ancora una volta Serena Williams a batterla vincendo per la nona volta in dieci match disputati contro la cinese. Questo è il miglior risultato di Li Na nello slam newyorkese. Nella Grande Mela, però, arriva un riconoscimento importante. Li Na vince lo US Open Sportsmanship Award, il premio come giocatrice più sportiva delle Us Open Tennis Series. Nel master di fine anno vince tutte le partite ma si arrende ancora una volta a Serena Williams in finale, pur strappandole il primo set.

Il resto è storia di questi giorni. Il 2014 la vede trionfare ancora una volta a Shenzhen, dove batte la connazionale Shuai Peng. Arriva poi la seconda affermazione in un torneo dello slam. A Melbourne vince nell’ultimo atto contro Dominika Cibulkova (7-6, 6-0). Approda poi a Doha da numero 2 del mondo, ma viene eliminata in maniera sorprendente al secondo turno da Petra Cetkovska in tre set.

Un personaggio di spicco del circuito Wta quello di Na Li da Wuhan. Autoironica e amante della birra e del buon vino, Na Li è donna di grande solidità mentale. Non ha mai esitato ad attaccare il sistema tennistico statale del suo paese, che a suo dire non premia i talenti e non li aiuta a sbocciare. Una ragazza che per il tennis ha lasciato tutto e che considera lo sport che le ha dato popolarità a fama come una sorta di peccato originale che le ha impedito di proseguire gli studi e diventare giornalista. Una donna che però ha il coraggio di ammettere che pur non amando, anzi forse detestando il tennis per il dolore fisico e mentale che le ha provocato, non potrà mai farne a meno. Buon compleanno. 


Nessun Commento per “BUON COMPLEANNO LI NA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA DOHA, FINALE SAFAROVA-AZARENKA Qatar, semifinali: la ceca supera agevolmente Carla Suarez-Navarro, la bielorussa si impone al terzo contro Venus Williams. Ad Acapulco, Maria Sharapova mette nel mirino la finale
  • SERENA SEMPRE IN TESTA, MASHA SUPERA VIKA TENNIS- La nuova classifica WTA da lunedì 18 marzo: nella top ten i soliti nomi, con la Errani che guadagna una posizione e sale al settimo posto superando la Kvitova. Tra le altre […]
  • WTA DOHA, COLPACCIO SUAREZ-NAVARRO La spagnola rimonta e batte la numero uno del torneo Petra Kvitova, guadagnando il pass per la semifinale. Dall'altra parte del tabellone, Venus e Azarenka ribaltano le gerarchie: fuori […]
  • MASHA, UNA MUCCA DIVENTATA TIGRE La Sharapova, con la vittoria a Stoccarda, ha ottenuto la sua ottava vittoria sulla terra battuta, la sesta negli ultimi tre anni. E con degli espedienti tattici e tecnici sembra una delle […]
  • FEDERER AL TOP: NEL 2013 HA GUADAGNATO PIU’ DI DJOKOVIC E NADAL TENNIS – Secondo una ricerca di Forbes, Roger Federer nel 2013 ha guadagnato più di Djokovic e Nadal nonostante questi ultimi due abbiano vinto un maggior numero di trofei. Nel femminile […]
  • BUON COMPLEANNO DOMINIKA CIBULKOVA Nata a Bratislava il 6 maggio 1989, la Cibulkova è una delle tenniste più in forma del 2014. Quest’anno ha conquistato la top ten della classifca Wta e in carriera ha vinto quattro tornei, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.