CADONO ERRANI E VINCI, TUTTO FACILE PER PENNETTA E FOGNINI

TENNIS – Australian Open: per il secondo anno consecutivo Sara Errani esce al primo turno a Melbourne. Solo cinque i games raccolti dalla bolognese contro la Goerges. Out in due set anche la Vinci contro la cinese Zheng. Vincono facilmente Flavia Pennetta (6-2 6-0 alla Cadantu) e Fabio Fognini, che approfitta del ritiro di Bogomolov, dopo aver portato a casa i primi due set
lunedì, 13 Gennaio 2014

Tennis. Melbourne (Australia). Inizia con un forte chiaroscuro l’Australian Open 2014 per il tennis italiano. Alle facili vittorie di Flavia Pennetta e Fabio Fognini, fanno infatti da contraltare le pesanti sconfitte subite da Sara Errani e Roberta Vinci, che per la classifica erano le giocatrici con più possibilità di fare strada, essendo state accreditate rispettivamente della settima e della dodicesima testa di serie del tabellone femminile. La bolognese si è arresa per 6-3 6-2 alla tedesca Julia Goerges, numero 73 Wta, in meno di un’ora e venti minuti di gioco, palesando una condizione fisica ancora precaria. Diversa nella forma, ma uguale nella sostanza la sconfitta della Vinci, battuta dalla cinese Jie Zheng (n°49) per 6-4 6-3. Nessun problema invece per Flavia Pennetta e Fabio Fognini, che hanno dovuto sudare ben poco per avere la meglio rispettivamente di Alexandra Cadantu (6-0 6-2) e Alex Bogomolov (6-3 6-2 rit.).

Errani abbattuta. Per il secondo anno consecutivo è amarissimo l’esordio di Sara Errani all’Australian Open. Va detto che tanto nel 2013, quanto quest’anno, la sorte non è stata benevola con la tennista bolognese, che da testa di serie numero 7 è andata a pescare al primo turno Julia Goerges, 25enne tedesca scivolata sì al numero 73 del mondo, ma che soltanto qualche anno fa sembrava potesse irrompere nella top ten grazie al suo power tennis. Oggi la giunonica Julia è tornata a giocare al massimo del suo potenziale, rispolverando quelle fulminanti bordate di dritto, che l’avevano portata fino al numero 15 del mondo nel marzo del 2012. La Errani sostanzialmente ha potuto poco, dato che il pallino del gioco è stato sempre nelle mani della tedesca, come dimostrano i 39 vincenti e i 36 errori non forzati, registrati nel referto di gara. L’italiana non è stata in grado di mischiare le carte con i suoi classici cambi di ritmo e con le rotazioni esasperate, come fa di solito contro avversarie potenti. È apparsa evidente la condizione precaria di Sarita, che in questo inizio di stagione non è troppo a posto fisicamente. E una come lei, quando il fisico non è al meglio, non può certo esprimersi al massimo del suo potenziale.

Vinci scarica. Ha deluso anche la compagna di doppio della Errani. Roberta Vinci è stata sconfitta per la quarta volta in cinque confronti diretti dalla cinese Jie Zheng, numero 49 del mondo, che a Melbourne può vantare la semifinale raggiunta nel 2010. La tennista tarantina deve però mangiarsi le mani, per aver sprecato un vantaggio di 40-0 sul 4-3 e servizio in suo favore nel primo set, che, probabilmente, se fosse stato concretizzato avrebbe cambiato la storia della partita. È in quel momento infatti che il match ha trovato la sua svolta. La cinese infatti ha preso fiducia ed ha iniziato ad incamerare un vincente dopo l’altro, prendendo la leadership della gara, per non perderla più. La Vinci è apparsa imballata, a tratti scarica e non è stata capace di proporre un piano di gioco differente, da quello basato sui suoi classici back di rovescio, innocui per una tennista dal baricentro estremamente basso come la Zheng. Per Roberta questa è la terza sconfitta consecutiva al primo turno in un 2014, fino a questo momento, da dimenticare.

Passeggiata per la Pennetta.. Nessun problema invece per Flavia Pennetta, che sfiora addirittura la “bicicletta” contro la rumena Alexandra Cadantu (n°59). La brindisina arriva infatti per due volte ad un solo punto dal 6-0 6-0, prima di subire la timidissima reazione della sua avversaria, che soltanto nel finale ha fatto vedere qualche buona cosa, in un match per il resto disastroso. La tranquillità con cui la Pennetta ha condotto il suo match d’esordio però, non dirada le nubi attorno alle sue condizioni fisiche, a causa dell’inattendibilità del test odierno. Qualche indicazione in più potrà darci il prossimo incontro, contro la giovane portoricana Monica Puig.

…E per Fognini. Non deve nemmeno completare il suo incontro invece Fabio Fognini, che dopo aver vinto i primi due set (6-3 6-2) incassa il pass per il secondo turno, grazie al ritiro di Alex Bogomolov. Anche questo incontro, come quello della Pennetta, ci dà però poche indicazioni sulle condizioni dell’italiano, autore di ben 31 errori non forzati nei primi due set. Fortunatamente il suo avversario ha fatto di peggio (46) e quindi il match non è mai stato in discussione. Molto più complicato sarà il prossimo impegno che attende il ligure: sarà infatti l’esperto Jarkko Nieminen a testare la condizione del numero uno d’Italia al secondo turno.

AUSTRALIAN OPEN – Primo turno: risultati italiani

(28) F. Pennetta b. A. Cadantu 6-0 6-2

J. Goerges b. (7) S. Errani 6-3 6-2

J. Zheng b. (12) R. Vinci 6-4 6-3

(15) F. Fognini b. A. Bogomolov jr 6-3 6-2 rit.


Nessun Commento per “CADONO ERRANI E VINCI, TUTTO FACILE PER PENNETTA E FOGNINI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DAY 1: SERENA, NOLE E GLI ASSI ITALIANI TENNIS – Inizia l’Australian Open 2014. Nel maschile scende in campo la parte bassa del tabellone, nel femminile quella alta. Williams e Djokovic animano la sessione serale sul centrale. […]
  • AUSTRALIAN OPEN 2015, DIECI GLI ITALIANI AL VIA Manca poco al “Pronti via” della stagione tennistica 2015, dunque anche al primo slam dell'anno che come di consueto si disputerà in Australia. Presenti già nei main draw 10 azzurri: 6 in […]
  • ITALIANS LOVE PLEXICUSHION Australian Open: in italiano si dice Progresso, non Perfezione. Nonostante sia italica tradizione levare le tende ai primi turni dello Slam australiano, negli ultimi due anni sono arrivate […]
  • MELBOURNE AGRODOLCE PER GLI AZZURRI TENNIS – Nel primo Slam stagionale i nostri alfieri hanno alternato luci e ombre: dagli exploit di Pennetta e Fognini alle delusioni di Errani e Vinci, prematuramente eliminate nel […]
  • ERRANI A FATICA, VINCI SUPER TENNIS – La bolognese logora alla distanza Julia Goerges e si qualifica per il secondo turno del Dubai Duty Free Tennis Championships. Grande successo invece per Roberta Vinci, che lascia […]
  • VITTORIE IN SCIOLTEZZA PER RADWANSKA E LI Nessun problema per la numero 4 polacca con Heater Watson. Li chiude facilmente la pratica Sorana Cirstea. Ivanovic vince il derby di Serbia. Anche Goerges agli ottavi

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.