CAOS CORONAVIRUS: IL PADRE DI DJOKOVIC DA’ LA COLPA A DIMITROV

Immediata la replica dell'agente del tennista bulgaro che ha respinto al mittente qualsiasi tipo di accusa
giovedì, 25 Giugno 2020

TENNIS – Non accennano a placarsi le polemiche dopo la positività al coronavirus di Novak Djokovic, arrivata dopo quelle di Grigor Dimitrov, Borna Coric e Viktor Troicki durante le prime due tappe dell’Adria Tour. Il padre del numero uno del mondo infatti ha dato la colpa proprio al bulgaro, il primo a risultare positivo dopo le esibizioni di Belgrado e Zara. “Dimitrov – ha affermato Srdjan Djokovic alla tv croata RTL – probabilmente è arrivato in Serbia e Croazia già malato, non si sa dove l’ha preso. Non è stato testato qui, ha svolto i test altrove. Non credo abbia tenuto un atteggiamento giusto. Ora noi ne paghiamo le conseguenze perché ha creato un danno grande alla Croazia, alla Serbia e a tutta la nostra famiglia”. 

Parole forti e anche piuttosto pesanti quindi quelle del padre di Djokovic, che hanno suscitato la pronta reazione del manager di Dimitrov Georgi Stoimenov, il quale ha immediatamente respinto le accuse attraverso un comunicato ufficiale. “In relazione a ciò che Srdjan Djokovic ha dichiarato alla televisione croata – ha affermato Stoimenov – vorrei informarvi di quanto segue: Grigor è atterrato direttamente a Belgrado dopo tre mesi di completo isolamento. Né a Belgrado, né in seguito a Zadar gli è stata offerta la possibilità o l’obbligo di sottoporsi al test per il Coronavirus. Gli organizzatori dell’evento sono coloro che hanno la responsabilità della condotta sicura del torneo e di stilare le regole da seguire. Grigor ha rigorosamente osservato tutte le regole imposte dagli organizzatori del torneo e le leggi e i regolamenti esistenti quando ha viaggiato fra la Bulgaria e la Croazia”. Altre forti critiche agli organizzatori del torneo sono arrivate anche da giocatori quali Andy Murray, Nick Kyrgios e Guido Pella, oltre naturalmente a quelle dell’Atp nella persona del presidente Andrea Gaudenzi. Ma in questo particolare momento così difficile e delicato la speranza è che tutti possano guarire in fretta senza la minima conseguenza.

(Nella foto Grigor Dimitrov e Novak Djokovic – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “CAOS CORONAVIRUS: IL PADRE DI DJOKOVIC DA' LA COLPA A DIMITROV”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.